Monologo Trani: 6-0 con Napoli, ma vince anche Chieti e si decide tutto domenica prossima

C’è il pubblico delle grandi occasioni al comunale per l’ultima gara casalinga del Trani che potrebbe anche regalarle la promozione in serie B qualora il Chieti non vada oltre il pareggio nella partita casalinga con Roma.

pubblicità

In tribuna, tra gli altri, Mimmo Lamia Caputo, 80 anni portati benissimo, una vita nel calcio  un simbolo del pallone a Trani.

Suo figlio Piero fa parte dello staff dell’Apulia, lui ha rivissuto nel pomeriggio i bei tempi che forse stanno tornando.

Sulla recinzione della gradinata campeggiano le gigantografie delle ragazze e ci sono sugli scaloni anche alcune decine di spettatori.

Tutti gli altri sono in tribuna ad accogliere con applausi prima i ragazzi di Trani tradizioni  con la loro esibizione tra bandiere e tamburi, poi l’ingresso delle atlete in campo, che si salutano reciprocamente prima della foto di gruppo di tutto il Trani.

L’inizio della partita vede le padrone di casa forse un po’ troppo prese dalla frenesia, avvertendo la responsabilità di schiodare subito il risultato dallo 0-0.

E paradossalmente nei primi 15 minuti la partita la fa il Napoli battendo 4 calci d’angolo e impegnando severamente in un’occasione il portiere del Trani con una deviazione provvidenziale in corner sulla sua sinistra.

Per vedere il primo tiro in porta del Trani bisogna attendere il quindicesimo con una serie di tre clamorose occasioni che vedono Rus centrare in pieno il portiere e altre due compagne tirare alto a porta praticamente vuota.

Nel frattempo Chieti vince 2-0 e si comprende che l’unico obiettivo per il momento è quello di passare subito in vantaggio.

Il Trani lo fa al ventesimo con Rus, che porta in vantaggio le padrone di casa con un gran tiro da fuori area appena visto il portiere avversario leggermente fuori dei pali nonostante potesse servire due compagne ottimamente piazzate in area.

La partita cambia completamente volto, il Napoli esce quasi dal campo e Trani controlla agevolmente e al ventisettesimo arriva il 2-0 di Bistrian, che dribbla anche il portiere e segna a porta vuota.

Due minuti dopo ancora a porta vuota è Rus a siglare il 3-0.

Intanto da Chieti arriva la notizia del gol della Roma che riapre la partita che si sta disputando in Abruzzo.

Il Trani invece la chiude definitivamente con il 4-0 di Maknoun al quarantesimo, servita da una scatenata Rus che va via a quattro avversarie e le serve un assist al bacio.

Al quarantaquattresimo ancora Rus sbaglia il primo pallone della partita ed è una notizia. Si va al riposo sul 4-0.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga della fine del primo, con il Trani a menare le danze e con Rus che ancora una volta, liberatasi per ritiro, trafigge di sinistro il portiere avversario: al quinto minuto è 5-0.

La partita perde inevitabilmente di ritmo e mister Mannatrizio inizia la girandola dei cambi per concedere la standing ovation a chi esce e minuti importanti per chi ha giocato meno ed entra.

Nel frattempo per 6 minuti il Trani si ritrova in serie B: infatti all’ottavo della ripresa la Roma pareggia e al quattordicesimo il Chieti torna avanti 3-2.

Il Trani nel frattempo non si ferma e ancora Rus incontenibile mette al centro la palla del 6-0 spinta nella porta vuota da Maknoun al diciottesimo minuto.

Al venticinquesimo il pubblico trattiene il fiato per un infortunio alla caviglia di Rus, ma l’atleta dopo essere stata portata in spalla da una compagna a bordo campo, rientra e prosegue regolarmente la gara.

Al trentacinquesimo Rus e il capitano del Napoli D’Enrico vengono quasi alle mani dopo un contrasto di gioco: l’arbitro le ammonisce entrambe evitando che la situazione degeneri.

L’allenatore del Napoli bene fa a sostituire la sua atleta, la quale però, rispondendo ai cori del pubblico in maniera provocatoria, si fa ancora ammonire dalla panchina e viene così espulsa.

Non succede più nulla fino al novantesimo: senza recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

Chieti vince 3-2 e tutto si deciderà domenica prossima: al Trani basterà confermare la serie delle vittorie andando a prendersi i tre punti a Cosenza contro l’ultima in classifica.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.