Minaccia contro il presidente del Tribunale di Matera, la solidarietà dell’Ordine degli avvocati di Trani: «Sempre pronti a difendere le Istituzioni»

pubblicità

«Attaccare la magistratura significa colpire al cuore il sistema democratico del Paese. Minacciare un magistrato vuol dire minacciare la libertà di ciascuno di noi. E non possiamo restare in silenzio davanti ad atti come quello avvenuto questa notte (ieri per chi legge, ndr) nel pieno centro di Trani, sul muro dello stabile dove risiede Giorgio Pica, presidente del Tribunale di Matera».

È quanto afferma Tullio Bertolino, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trani che, in una nota, ha voluto esprimere «piena, totale e incondizionata solidarietà al magistrato, all’uomo e alla sua famiglia. Sono atti che devono farci riflettere sulla necessità di fare quadrato attorno alle istituzioni, ai rappresentanti dello Stato e al principio di legalità, perché solo tutti insieme potremo costruire un argine contro una criminalità sempre più sfacciata ed aggressiva. Gli avvocati di Trani saranno sempre pronti a difendere la legalità e le Istituzioni».