Meno Trani in Stp? Fdi e Lega ne chiedono conto a sindaco e Amet

I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia e della Lega Emanuele Cozzoli, Andrea Ferri e Gianni di Leo, hanno inviato a sindaco e vertici di Amet una nota con cui chiedono di differire ad altra data l’importante assemblea dei soci di Stp (convocata per il prossimo 4 marzo) nella quale pare riferiscono che vi siano all’ordine del giorno «importanti modifiche statutarie che andrebbero di fatto ad indebolire sempre di più il ruolo di Trani all’interno della compagine societaria».

pubblicità

Con l’occasione sono stati richiesti chiarimenti circa la chiusura al pubblico della sede legale di Trani, «che risulta aperta solo in occasione di alcuni Cda – scrivono -, con inevitabile pregiudizio di tanta utenza tranese e èprovinciale».

L’iniziativa dei consiglieri si è anche soffermata sulla circostanza, da loro ritenuta non chiara della assoggettabilità di Stp al coordinamento di controllo delle partecipate, «considerato oltre tutto che vi è una nota del sindaco di Trani inviata agli altri soci ma rimasta priva di riscontro da oltre un anno».

I tre consiglieri, infine, auspicano un passaggio di confronto e condivisione con le forze politiche, specie di minoranza: «Sarà interessante a questo punto vedere l’atteggiamento che terrà l’amministrazione tranese, anche in considerazione del terremoto giudiziario in atto presso la Città metropolitana di Bari e… dintorni».

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.