«Lo Stato vince sempre», grande partecipazione a san Luigi per il libro del Pm Maresca

Unica (Unione nazionale italiana antimafia) a seguito dell’evento di presentazione del libro del Pm Maresca: «Quando si parla di legalità e giustizia e il relatore è di spessore il sold out è inevitabile.

pubblicità

Nell’auditorium di San Luigi a Trani il magistrato Catello Maresca ha presentato il suo libro “Lo Stato vince sempre”

Uno spaccato di vita reale, il racconto della cattura e dell’arresto del super latitante Michele Zagaria primula rossa del clan Casalesi e scovato dal Pm Maresca in un bunker sotterraneo nel suo paese a Casalapenna.

È stato proiettato anche un video a corredo del libro con le immagini del ritrovamento del bunker dove si nascondeva Michele Zagaria e del suo arresto. Un incontro sulla legalità e giustizia promosso dall’associazione UNICA, Unione nazionale italiana antimafia e organizzato sul territorio da Raffaella Merra e dal dott. Domenico Briguglio.

Il dottor Maresca sotto scorta dal 2008 perché condannato a morte dalle organizzazioni criminali, dopo aver ascoltato l’intervento di tutti i relatori si è soffermato su alcuni punti cruciali: l’importanza di parlare di legalità ai giovani, ai ragazzi nelle scuole, del regime carcerario del 41bis necessario per spezzare i rapporti dei criminali con l’esterno, l’assurdità delle scarcerazioni nel periodo Covid, degli indultini. Uno sguardo anche agli ultimi avvenimenti giudiziari in Puglia

Sono intervenuti:

Il questore della BAT Alfredo Fabbrocini; il direttore del carcere di Trani, Giuseppe Altomare; gli avvocati penalisti, Claudio Papagni e Antonio Florio; Don Dino Cimadomo; la presidente dell’associazione ContestoLab, Raffaella Caifasso».

Gli interventi del Magistrato Catello Maresca e del Questore BAT Alfredo Fabbrocini

pubblicità

1 commento

  1. Il risultato di ieri sera dimostra quando il cittadino crede ancora nel valore della legalità della libertà che a volte alcuni uomini rappresentanti delle istituzioni commettono errori molto pericolosi che rendono il lavoro di quelle persone che sfidano le organizzazioni delinquenziali che seminano terrore e morte su tutto il territorio italiano un lavoro inutile ma chi fa un giuramento alla bandiera va avanti anche a costo della propria vita come nel caso dell dott Maresca che vive in uno stato di pericolosità costante ma lui va avanti mettendo a conoscenza del suo lavoro svolto. Con estrema convinzione grazie per la sua partecipazione Trani le tende onore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.