L’ex ospedale di Trani come una università: solo da noi si rimuove la cataratta con il laser. Ieri il primo intervento

pubblicità

Per la prima volta in una  struttura sanitaria pubblica, non universitaria, si è tenuta una seduta di intervento chirurgico con il laser per la rimozione della cataratta. È accaduto ieri al Presidio territoriale di assistenza di Trani, dove l’equipe diretta dal dottor Pasquale Attimonelli ha eseguito un intervento con il Femtolaser per la rimozione della cataratta.

Il valore aggiunto di tutto questo è che non solo non si è in una università, ma neanche in un ospedale perché quello di Trani oggi è un presidio territoriale di assistenza che fornisce servizi al territorio.

Ed il San Nicola Pellegrino, proprio con riferimento all’oculistica è decisamente una spanna superiore a tutti anche grazie ad una dotazione strumentale di primissimo livello (vedi l’arco sterile inaugurato lo scorso anno) e professionale altrettanto eccelsa a partire dal responsabile del servizio.

«Si tratta della più importante novità chirurgica degli ultimi anni per correggere la cataratta – dice il dottor Attimonelli -. È una tecnica sicura e precisa che consente di eseguire un intervento rapido e indolore. In poco tempo stamattina (ieri, ndr) abbiamo eseguito quattro interventi con anestesia topica con delle semplici gocce. Il paziente può ritornare a domicilio subito dopo l’intervento. Tutto questo, per la prima volta, in un ospedale pubblico non universitario».

Il laser a femtosecondi utilizza una luce infrarossa con impulsi della grandezza di pochi micron e di brevissima durata, che può essere focalizzata a diverse profondità nell’occhio per tagliare i tessuti nel punto desiderato, con una chirurgia senza utilizzo di bisturi. Il fascio di luce laser per la sua elevatissima velocità produce bassa energia non arrecando danni all’interno dell’occhio.

«È una bella giornata per il Presidio territoriale di Trani e per il Day service oculistico – dice Alessandro Delle Donne, direttore generale della Asl Bt -. L’equipe ha avuto la possibilità di sperimentare l’uso del laser a femtosecondi per un intervento che interessa una gran quantità di pazienti e che, con questa tecnica, può essere eseguito in maniera ancora più sicura e anche più rapida. La Asl Bt si doterà presto stabilmente del laser per eseguire tutti gli interventi di cataratta con questa tecnica che rappresenta davvero l’ultima innovazione chirurgica di precisione e qualità».