Lettera dal carcere di Patrick Zaki, cittadino onorario di Trani: «Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna»

“Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna”. Lo afferma Patrick Zaki in una lettera alla fidanzata pubblicata dalla pagina social ‘Patrick Libero’ e consegnata alla famiglia durante una visita nel carcere egiziano dove lo studente è detenuto. “La mia indagine è ripresa, il che potrebbe significare che un giorno andrò in tribunale e avrò un processo e questo è molto peggio di quanto mi aspettassi. Dopo un anno e mezzo, non potevo fare a meno di pensare che avrò presto la mia libertà, ma ora è chiaro che non accadrà presto”, dice ancora. 

 “Nei nostri sogni più selvaggi – scrive ancora lo studente – non avremmo mai potuto immaginare uno scenario come questo, da quando sono partito per Bologna abbiamo fatto tanti progetti, che tu venivi a trovarmi per girare l’Italia insieme. Mi rende estremamente triste che non potrà succedere, la mia situazione sta peggiorando di giorno in giorno”.

fonte Ansa