Lecce, doppio rinvio a giudizio per il Pm Ruggiero: entrambi sono legati a «Sistema Trani»

Doppio rinvio a giudizio, da parte del Gup di Lecce, per l’ex pubblico ministero della Procura di Trani, Michele Ruggiero, nell’ambito di due procedimenti separati scaturiti da denunce parallele.

pubblicità

Il primo è riferito all’esposto presentato da Sergio De Feudis, funzionario dell’area finanziaria del Comune di Trani, imputato nel processo Sistema Trani a seguito di indagine istruita dallo stesso Ruggiero.

De Feudis aveva citato il magistrato per i toni e le pressioni che avrebbe utilizzato nell’escussione di due testi, dalle quali sarebbe poi scaturito il suo arresto nella primavera 2016. La data di questo processo è stata fissata al 21 marzo 2023.

Il secondo rinvio a giudizio nasce invece dalla denuncia sporta dall’ex vicesindaco, Giuseppe Di Marzio, arrestato insieme con altri odierni imputati del processo Sistema Trani il 20 dicembre 2014.

Di Marzio, come da noi riferito in occasione della richiesta di rinvio a giudizio di luglio 2022, puntava a dimostrare come il verbale delle sommarie informazioni testimoniali rese dal consigliere comunale Beppe Corrado, durante le indagini preliminari, fosse difforme rispetto al contenuto effettivo dell’interrogatorio, emerso con il rilascio in udienza dei file audio contenenti le registrazioni di quelle Sit.

Si sarebbero così realizzate difformità ed omissioni che avrebbero determinato la decisione di Ruggiero di arrestare Di Marzio nell’assenza di condizioni oggettive per farlo.

La data dell’udienza relativa a questo procedimento è stata fissata per il 6 giugno 2023.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.