Le «Agorà di Tranensis»: questa sera con Stefania De Toma un viaggio nel tempo in memoria di Scotellaro

Circa un secolo fa nasceva in Rocco Scotellaro, la cui memoria è Incisa nella Basilicata in maniera profonda per la sua azione di crescita ed emancipazione di un popolo contadino che sembrava dimenticato dalla storia. La sua vicenda umana e poetica risulta oggi essere straordinariamente attuale e quasi urgente nella necessità di essere raccontata, in un destino che dopo averlo esaltato attraverso grandi intellettuali del Novecento, sembrava averlo un po’ accantonato. Stefania De Toma, dopo ventitré anni in Basilicata, prova a portare – in una sorta di anteprima di un lavoro più articolato – il racconto della sua breve e straordinaria vita attraverso le voci di sua madre, di Carlo Levi, di alcuni compagni. Insieme a Stefania De Toma, la gentile e preziosa partecipazione dell’attore Michele Lattanzio, che leggerà alcune poesie e lettere di Rocco Scotellaro, cui tra l’altro, Luchino visconti si ispirò per il famoso film “Rocco e i suoi fratelli”. L’appuntamento è per le 19:30 nell’anfiteatro del piazzale di Colonna con accesso anche da via Po. “Un tentativo -dice il presidente di Tranensis Alfredo Cavalieri- di animare luoghi pubblici che restano muti da troppo tempo”.

pubblicità
pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.