Trani, sfiorata l’impresa: la capolista passa solo al quinto

Doveva essere uno scontro duro con la prima della classe e così è stato. La Lavinia Group Volley Trani ha combattuto fino all’ultimo istante contro la Dinamo Molfetta che, al tensostatico Ferrante, è riuscita a imporsi solo al quinto set per 3 a 2.

pubblicità

Una partita divertente, emozionante e accesa sia in campo che sugli spalti. La squadra biancoazzurra parte subito col piede sull’acceleratore con un gioco più rapido in banda che ha permesso ai nostri laterali di attaccare spesso con muro a uno. La squadra molfettese non si è scomposta e ha risposto a tono mettendo in difficoltà le padrone di casa con servizi taglienti e attacchi precisi. La battaglia punto a punto è andata avanti per tutto il set senza esclusione di colpi, finché la Lavinia Group Volley Trani è riuscita a trovare un buon margine di vantaggio e sfruttarlo per giocare con più calma fino alla conquista del primo set sul 25-19. Dopo la breve pausa le due formazioni sono tornate a sfidarsi con rinnovato vigore. Nella seconda frazione di gioco però è stata la squadra ospite a segnare il primo punto e mantenere a distanza di un paio di lunghezze le atlete biancoazzurre che hanno continuano a lavorare le avversarie sui fianchi. Arrivate sul punteggio di undici pari però le giocatrici tranesi hanno iniziato a commettere qualche errore in fase di ricezione, cosa che ha permesso alla Dinamo Molfetta di ottenere un leggero vantaggio e di mantenerlo fino al termine naturale del set.

La terza frazione di gioco si riapre nuovamente con l’iniziativa della Lavinia Group Volley Trani che ha iniziato a sfruttare lo strapotere fisico dei propri centrali per conquistare punti, sfruttando fasi di free ball in attacco e chiudendo le traiettorie avversarie a muro. La reazione molfettese non si è fatta attendere e in più di una occasione è riuscita ad andare in vantaggio di un punto, ma la pazienza e la calma dettata da coach Mazzola hanno premiato le biancoazzurre che sono riuscite a chiudere la frazione di gioco sul 25-21. Al quarto set, proprio quando la squadra di casa avrebbe potuto volgere la partita in proprio favore, ha dimostrato un atteggiamento troppo passivo rispetto alle avversarie. Questo, combinato ad alcuni black out in fase di ricezione e distrazioni varie ha permesso alla Dinamo Molfetta di prendere il controllo del gioco e portarsi in vantaggio grazie a una nuova serie di servizi velenosi. Solo nei minuti finali la squadra di coach Mazzola ha provato a riscuotersi dal torpore, inanellando una serie di cinque punti, prima di concedere il quarto set alle ospiti.

Sul 2-2 l’ultima parola l’ha avuto il quinto e ultimo set. Dopo una buona partenza tranese, le atlete molfettesi sono riuscite a riportarsi in vantaggio sul 6-8; poi le tranesi sono riuscite a ritornare in parità sul 10-10 prima di subire il ritorno di fiamma avversario e chiudere il tie break sul 13-15. Sulla partita è intervenuta la giocatrice tranese Elettra Gambardella che ha lodato le compagne per l’intensità con cui si è giocato, ma non ha comunque perso di vista gli errori commessi: “In partite così combattute alcuni errori possono pesare sul risultato come oggi. Avremmo potuto chiudere alcuni set se non fosse stato per qualche nostra leggerezza che ha rallentato, o addirittura fermato, il nostro momentum. Lavoreremo ancora di più su questo”.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.