La Lotti Juve Trani batte Bari ed anche le donne del basket sognano la B

Dopo il trionfo del calcio, lo scorso anno, lo sport femminile tranese sogna la serie B anche nel basket. Merito della Fratelli Lotti Juve Trani, in piena corsa per i play-off promozione nel campionato regionale di serie C.

pubblicità

Nella prima giornata del girone di ritorno la squadra tranese ha battuto al PalaAssi la Pink Bari 58-36, raggiungendolo a quota 10 punti. Bari arrivava a Trani da capolista con Lecce e Taranto.

Alla fine della stagione regolare le prime quattro accederanno ai play-off, la cui vincente salirà in serie B. Non sono previste retrocessioni.

Trani ha dovuto rallentare la sua marcia proprio nell’ultima uscita del girone di andata, con la sconfitta dello scorso 7 gennaio a Taranto per un solo canestro: 50-48. Prima di quella gara aveva perso addirittura per mezzo canestro a Bari (51-50), vinto in casa con la Bk Bari (61-53), vinto fuori casa a Mesagne (57-36), vinto ancora in casa con Ruvo (74-31), perso a San Pancrazio (62-45), vinto in casa con Lecce (67-42).

Fra le mura amiche la squadra bianconera è imbattuta. Se riuscisse a curare il mal di trasferta potrebbe fare decisamente il salto di qualità.

La squadra del presidente Ninni Ferri, guidata per il secondo anno consecutivo da coach Gigi Delli Carri, grande ex giocatore che ha ormai trovato la sua casa sotto tutti i punti di vista a Trani, il roster quest’anno è stato rafforzato dalla 31enne play argentina Fernanda Gietz e dalla 25enne guardia ucraina Natalia Smaliuk. Tutte le altre giocatrici sono del territorio come Amorese, Calò, le figlie d’arte Lunzu e Uniti, Daniela e Silvia Caputo, Annoscia e De Gennaro.

«Abbiamo costruito la squadra per tentare il salto di categoria – conferma Ferri -. Non escludiamo di rinforzare ulteriormente la rosa con qualche ulteriore operazione di mercato invernale, ma nel frattempo siamo contenti di quello che la squadra sta facendo, ben guidata da coach Delli Carri ed adeguatamente spinta da un pubblico che ci segue, ci apprezza e ci sostiene. Abbiamo un buon settore di minibasket, ma ci piacerebbe anche soprattutto salire nel torneo superiore nazionale per tornare a portare il nome di Trani in giro per l’Italia anche nel basket, circostanza che manca ormai da troppo tempo».

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.