“La libertà negata”: mercoledì l’aperitivo corsaro all’ex ospedaletto

Nuovo appuntamento del ciclo “Aperitivi Corsari – alla riconquista dei beni comuni”, dedicati alla valorizzazione di luoghi restituiti alla fruizione pubblica e ad un uso sociale e culturale nella nostra città con l’incontro con Giulio Di Luzio autore del Libro “La Libertà Negata”. A seguire danze popolari a cura di Boaonda con una breve lezione di pizzica pizzica e tante altre danze, a partire dalle ore 20.00. L’appuntamento è per mercoledì 29 settembre alle ore 18.30.

Il libro di Giulio Di Luzio racconta una storia realmente accaduta nel Sud Italia negli anni ’60, in cui le contadine erano sottomesse a mariti, padri, fratelli ed era loro precluso ogni piacere sociale, affettivo e sessuale. Per reagire a questa vita di preclusioni e rinunce, esse cercavano nell’estate di ogni anno il riscatto attraverso l’esorcismo della danza, grazie al ruolo e al potere di manipolazione avuto dalla Chiesa, fino a placare ogni forma di possibile ribellione alla loro condizione esistenziale. Chi invece non si rassegnava alla legge non scritta di una tradizione immutabile e si spingeva oltre ogni divieto, era costretta a fuggire dal paese ed emigrare all’estero o finiva in manicomio, bollata col marchio della malattia mentale con la complicità della chiesa e della medicina. O fare la scelta della protagonista.

L’evento è gratuito e si svolgerà all’aperto nel cortile dell’ex ospedaletto, nel rispetto dalle normative anti-covid. Prenotazioni al numero 3409776885.