Indagine sull’ex procuratore Capristo, ai domiciliari un avvocato di Trani

La Procura di Potenza ha disposto numerose misure cautelari, tra carcere e domiciliari, collegate all’inchiesta che riguarda l’ex procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo, e l’avvocato siciliano Pietro Amara, e in carcere è finito perfino un poliziotto, Filippo Paradiso. Capristo è stato sottoposto a obbligo di dimora, carcere ad Amara. Arresti domiciliari per l’avvocato tranese Giacomo Ragno. L’indagine riguarda presunti favori chiesti e ottenuti da Capristo in collegamento con l’ex Ilva di Taranto. Amara è stato consulente legale di Ilva quando l’azienda era in amministrazione straordinaria.

(fonte, La Gazzetta del Mezzogiorno)