«Imposte evase per quattro anni», sequestrati a Quarto beni per 910mila euro

La Guardia di Finanza ha operato un sequestro di beni per equivalente, di 910.000 euro, nei confronti dell’ex presidente di Sly Bari e Trani, e fino a poche settimane fa Audace Cerignola calcio, Danilo Quarto. Lo ha disposto il Gip di Bari su richiesta della locale Procura.

pubblicità

L’ipotesi accusatoria nei confronti dell’indagato è che la sua società, la Sly service security, con sede a Bari, avrebbe evaso le imposte sui redditi e non avrebbe presentato alcuna dichiarazione dal 2015 al 2018.

La società sarebbe stata formata dai genitori e dalla sorella dell’indagato, che avrebbe così frazionato il proprio patrimonio fra i familiari.

Ma questo non avrebbe impedito ai militari di ricostruirne i movimenti e procedere al sequestro preventivo di beni mobili, immobili partecipazioni societarie ed altro, fino a concorrere all’importo di 910.000 euro, pari all’evasione contestata.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.