Il 118 avrà una centrale operativa anche nella Bat: sarà attiva fra sei mesi

La centrale operativa del 118 nella Bat, che darebbe piena autonomia all’organizzazione dei soccorsi nella nuova provincia, sta per diventare realtà. Arriverà non prima della metà del 2021, ma indietro non si torna.

Infatti, con l’approvazione del bilancio 2021, la Regione Puglia ha approvato la realizzazione di una centrale operativa 118 sul territorio della nuova provincia, e che sarà attiva entro sei mesi. Al momento, come è noto, il sistema di soccorso 118 sul territorio Bat viene gestito dalla centrale di Bari e dalla centrale di Foggia per i comuni di Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando.

La professionalità degli operatori ha consentito, per tutto questo tempo, di ridurre al minimo le criticità, ma l’emergenza sanitaria ha anche messo a nudo la delicatezza dell’intero sistema, che necessita di organizzazioni autonome almeno per ciascuna provincia.

Sul territorio della provincia di Barletta-Andria-Tranio ad oggi sono operative 5 ambulanze Mike (con medico a bordo), 8 ambulanze India (con infermiere a bordo) e 2 ambulanze Victor in supporto a 2 automediche. Sono inoltre operative 3 Postazioni fisse medicalizzata del 118 e sono in corso le procedure amministrative per l’attivazione di un’altra ambulanza India che coprirà la zona di Minervino Murge.

“Siamo molto soddisfatti – dice Alessandro Delle Donne, direttore generale dell’Asl Bt -, perché per una maggiore efficienza del sistema serve un coordinamento unitario e omogeneo. La centrale operativa della Bat garantirà un raccordo ed un utilizzo più razionale delle ambulanze presenti sul territorio, e questo anche grazie ai consiglieri regionali che hanno sostenuto l’iniziativa».