"Giustizia svenduta", l’ex gip di Trani Michele Nardi va ai domiciliari. Stessa decisione anche per l’ispettore di polizia Di Chiaro

0
pubblicità

Il magistrato Michele Nardi e l’ispettore di polizia Vincenzo Di Chiaro possono lasciare il carcere di Melfi e continuare la detenzione agli arresti domiciliari. La decisione è arrivata nel pomeriggio. 

La seconda sezione penale del Tribunale di Lecce ha accolto le istanze dei legali dei due imputati coinvolti nel processo su presunti atti di corruzione per pilotare inchieste giudiziarie (gli avvocati Domenico Mariani, difensore del dott. Nardi e Tiziana Tandoi, difensore dell’ispettore Di Chiaro) disponendo la sostituzione della custodia cautelare in carcere con quella ai domiciliari. Nardi e Di Chiaro erano stati arrestati il 19 gennaio del 2019. 

La Procura aveva espresso il parere contrario ritenendo quindi che i due dovessero restare ancora in carcere. 

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui