Giunta, per il momento solo otto assessori. E Tommaso Laurora già accorpa due liste. Tutti gli altri capigruppo

pubblicità

Il sindaco, Amedeo Bottaro, nominerà una giunta composta di otto assessori. Il nono  sarà scelto in un secondo momento, insieme con il nuovo Consiglio di amministrazione di Amet e le espressioni di Trani nel Cda di Stp.

Pertanto restano confermati i nomi da noi anticipati nei giorni scorsi (Ferrante, Carlo Laurora, Merra, Zitoli, Sotero, Rondinone, Nenna, Lignola), mentre il nono componente dell’esecutivo, da esprimersi in accordo tra le liste con Emiliano e Prima di tutto Trani, resta congelato nell’attesa del cosiddetto “secondo giro”.

Dunque, nel corso della seduta di consiglio comunale di questo martedì, 17 novembre, alle 10, il primo cittadino presenterà 8 assessori su 9 riservandosi di comunicare quello mancante alla prima occasione utile.

Durante la seduta, invece, si conosceranno quasi tutti i capigruppo delle forze politiche così come costituite. Nella maggioranza, come già anticipato, sarà Patrizia Cormio a svolgere le funzioni di capogruppo del Partito democratico, in quanto terzo consigliere maggiormente suffragato del partito nel quale il primo, Giacomo Marinaro, sarà presidente del consiglio ed il secondo, Fabrizio Ferrante, assessore e vice sindaco.

La lista Con Emiliano avrà temporaneamente Beppe Corrado capogruppo in quanto consigliere con la cifra individuale elettorale più alta. “In prospettiva del secondo consiglio – fa sapere lo stesso Corrado – valuteremo la scelta del nostro capogruppo e le indicazioni per le commissioni consiliari”.

L’altra lista di maggioranza con tre consiglieri, vale a dire Bottaro sindaco, esprimerà come capogruppo il secondo dei suoi eletti, Michele di Gregorio, giacché il consigliere più suffragato, Raffaella Merra, sarà assessore.

La lista Sud al centro, formata di due consiglieri, non ha ancora definito la scelta e pertanto il capogruppo di partenza sarà Alessandra Rondinone, che però sarà cooptata in giunta: a quel punto si dovrà scegliere fra Carlo Ruggiero e Lia Parente, che surrogherà Rondinone in consiglio.

L’altro partito di maggioranza con due consiglieri, vale a dire Solo con Trani futura, ha già definito la scelta: il capogruppo sarà Antonio Loconte, consigliere più suffragato della lista.

Tutti gli altri partiti che hanno un solo consigliere, sia in maggioranza, sia in minoranza, avranno quei consiglieri capigruppo di se stessi, come prevede la normativa all’insediamento di un consiglio comunale.

Nell’opposizione si registra la scelta di Fratelli d’Italia, unico partito di centrodestra con due consiglieri, di attribuire l’incarico ad Andrea Ferri di comune accordo con il collega di lista Emanuele Cozzoli.

Sempre nel centrodestra, da definire la collocazione del candidato sindaco uscente, Filiberto Palumbo, che dovrebbe aderire ad uno dei gruppi che lo hanno sostenuto: tutto lascia prevedere che sceglierà la “sua” lista, Filiberto Palumbo sindaco, affiancandosi al consigliere ed attuale capogruppo Michele Centrone.

E proprio nella minoranza ci sarà il primo accorpamento di liste: infatti il candidato sindaco uscente, Tommaso Laurora, sarà il capogruppo di Italia in comune nella quale confluirà immediatamente la lista Tommaso Laurora sindaco. Italia in comune sarà, dunque, un gruppo formato di quattro componenti con Laurora capogruppo, Erika Laurora, Felice Corraro e Mariangela Scialandrone consiglieri.