Giornata della memoria, mercoledì nella sede di ArkadiHUB l’attivista Kader Diabate

Kader Diabate, a 15 anni fugge dalla Costa d’Avorio, attraversa il deserto, viene rinchiuso nelle prigioni libiche, attraversa il mediterraneo in gommone, ha scritto un libro, incontrato il Papa, ed è ambasciatore Unicef. Oggi Kader è un attivista dei diritti umani che mette la sua esperienza, arricchita dalla passione per lo studio, a disposizione della lotta contro le ingiustizie sociali.

pubblicità

Il 25 gennaio, in prossimità del giorno della Memoria, alle ore 18.30, sarà a Trani ad ArkadiHUB, in via Nigrò 18 raccontare la sua storia e contagiarci con la sua passione 

Nel Giorno della Memoria, che si rifà alla data in cui il campo di concentramento nazista di Auschwitz fu liberato dalle truppe dell’Armata Rossa, ogni anno, dal 2000 in Italia e dal 2005 in tutto il mondo, viene commemorato lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico.

E’ importante che la memoria delle persecuzioni razziali del passato non sia fine a se stessa, ma che sia stimolo di riflessione; che porti ad interrogarci sulla realtà del presente e sulle tragedie che, sebbene in mutati contesti politici, geografici e sociali, continuano purtroppo ancora oggi a ripetersi. 

Non basta dunque guardare al passato se ciò non impedisce che odio, discriminazione e sopraffazione continuino a vivere nonostante il monito di ciò che è stato.

L’incontro è promosso  dalla sezione di Trani dell’Anpi, con le associazioni Libera – presidio di Trani, Comitato Bene Comune, Legambiente Trani e Arkadia Aps.

La Cittadinanza è invitata

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.