Gigi D’Alessio incanta piazza Duomo. E su Trani non ha dubbi: «È meravigliosa»

«Com’è bello cantare sul mare! Grazie Trani per questa stupenda serata». Gigi D’Alessio ringrazia così i tanti che sono accorsi ieri al suo concerto in piazza Duomo, una gemma preziosa che si va ad aggiungere alla kermesse ideata ed organizzata dalla Fondazione Seca Polo Museale in collaborazione con la Vurro concerti e Admanagement.

Tra nuove e vecchie canzoni, D’Alessio ha ripercorso tutta la sua trentennale carriera, dai primi brani dove era evidente la traccia neomelodica fino ai brani più popolari che lo hanno reso famoso al grande pubblico.

«Trani è una città meravigliosa – ha esordito il cantautore -, sono gli artisti che dovrebbero  pagare il biglietto per esibirsi in questa meravigliosa cornice».

Il pianoforte è stato il protagonista della serata ed è proprio lì che l’artista napoletano ha regalato pure emozioni: da “Una bellissima storia d’amore” del 2019 alle più lontane “Insieme a lei” e “Sei importante” fino alla famosissima “Non dirgli mai” dove in più parti il cantautore è rimasto in silenzio per far cantare il pubblico.

Ma non sono mancati da parte sua momenti di riflessione. Il più toccante sicuramente quello precedente il recente brano “Mentre a vita se ne va”, incentrato sull’importanza di dedicare il tempo alle persone che amiamo, genitori e nonni su tutti. La piazza poi si è infuocata con i nuovi arrangiamenti di “Ora”, “Como suena il corazon” e “Mon amour”.

Con il ricordo di Mario Merola, suo indimenticabile padre musicale, D’Alessio ha dedicato alla città un medley delle sue prime canzoni d’esordio in napoletano “Fotomodelle un po’ povere”, “Annarè” e “San Valentino” tra le altre, per poi concludere il concerto con il singolo “Buongiorno” che dà il nome al suo ultimo album.

Un concerto intenso, di due ore, senza sbavature, dove l’artista è rimasto sinceramente colpito dall’affetto che Trani gli ha regalato.