Giacomo Leone confermato alla guida dell’atletica leggera pugliese. Nel direttivo, da Trani, anche Giovanni Assi

pubblicità

Giacomo Leone è stato confermato alla guida della Fidal Puglia anche per il prossimo quadriennio. Al termine dell’assise elettorale andata in scena questo pomeriggio a Bari, il presidente Leone ha ricevuto un consenso pressochè unanime registrando a proprio favore l’83,28% della forza votante presente contro il 16,72 del suo sfidante, Eusebio Haliti.

Negli ultimi 30 anni di Atletica “made in Puglia”, il risultato delle votazioni espresse oggi dalle società pugliesi è quello dal più ampio margine di consenso se si fa eccezione per quello “bulgaro” ottenuto 16 anni fa da Angelo Giliberto (oggi presidente del Coni Puglia) al suo primo mandato. All’epoca non ci fu controparte politica mentre oggi, Leone ha superato anche se stesso migliorando in tal senso anche quel 71% con il quale la Puglia che corre, salta e lancia lo scelse alla guida del movimento quattro anni fa.
Nel dettaglio delle votazioni odierne Leone ha raccolto 2.923 voti contro i 587 del suo avversario, un risultato mai in discussione emerso dal voto degli 81 dirigenti di società presenti e di quelli, 123, rappresentati per delega che hanno portato al 92,31% della forza assembleare ed alla presenza di 204 società aventi diritto al voto (il 92,31% del totale).

Al termine delle votazione questa la composizione del nuovo Consiglio direttivo che resterà in carica per i prossimi 4 anni: Giuseppe Tomaselli (voti 2.375), Stefano Bianco (2.335), Vito Vasta (2.216), Antonio Petino (2.134), Eugenio Scagliusi (2.031), Antonio Ferrara (1.977), Paolo Di Mauro (1.972), Giacomo Bruno (1.967), Salvatore Lomartire (1.955), Sergio Perchia (1.934), Giovanni Assi (foto, 1.775), Carmine Ricci (1.375). Conferma anche per il revisore Francesco Lobuono (2.778).

Un altro tranese, Lorenzo Giusto, tecnico del salto con l’asta, è nel frattempo candidato alla presidenza della Fidal Bari.