Fortitudo Trani, il presidente Basile: «Sarà una ripresa graduale a partire dalla prima squadra»

pubblicità

In seguito alle ultime novità giunte dalla FIP, fervono gli animi e la Fortitudo Trani non vede l’ora di riprendere gli allenamenti ed ha iniziato a scaldare i motori. A seguito degli ultimi provvedimenti emanati da CONI e FIP, tutte le categorie giovanili, escluso il MiniBasket e Minivolley, sono state inserite nell’elenco delle categorie di preminente interesse nazionale. Per questo motivo, in ottemperanza al DPCM unito alla emanazione del relativo protocollo, la Polisportiva del Presidente Lilli Basile ha iniziato a muovere i primi passi per la ripresa e capirne la fattibilità. Dopo un primo confronto tenutosi durante una video-riunione con tutti i genitori, è emerso che tanti sono i dubbi e le perplessità così come altrettanta è la volontà di far tornare i ragazzi in palestra. Denominatore comune tra i genitori e la Fortitudo sono la SICUREZZA e la condivisione di responsabilità. Si sono affrontate insieme alle famiglie tutte le problematiche relative alla ripresa: affrontata la questione sui protocolli sanitari da attuare (tampone 72 ore prima della ripresa allenamenti, idoneità medico-sportiva e monitoraggio cadenzato), parlato della situazione dei contagi (che non differisce da quella dei mesi scorsi), la ripresa della scuola in presenza e relative problematiche, fino ad arrivare alla gestione del tempo libero in assenza di sport da parte dei ragazzi e delle ragazze, tempo libero che nasconde insidie e ombre dovute agli effetti del lockdown. Tanti, tantissimi i temi affrontati, fondamentale per la nostra Polisportiva la condivisione con le famiglie dei dubbi e delle incertezze ma altrettanto potente è stato l’incoraggiamento per la ripresa dell’attività sportiva. L’attività riprenderà a partire dalla prima settimana di Febbraio per quanto riguarda il gruppo Serie C mentre per il Settore Giovanile Fortitudo (Basket e Volley) per i gruppi U20, U18, U15, U14, U13 ed Esordienti, la ripresa sarà programmata e scaglionata.

“insieme alle famiglie abbiamo valutato la possibilità di attuare protocolli anche più stringenti previsti dalle due federazioni a cui siamo affiliati, prendendo il meglio da entrambe ed introducendo maggiore attenzione sul monitoraggio. Resta inteso che questa ripresa, per quanto voluta ed auspicata da tutto il movimento sportivo, veda come priorità assoluta la sicurezza e la salute dei ragazzi e delle loro famiglie, degli allenatori, dei tecnici e di tutti coloro che ci gravitano intorno e come tale verrà gestita, con grande senso di responsabilità. Sarà una ripresa graduale e programmata, ripartiremo dalla nostra prima squadra per poi organizzare in maniera attenta la ripartenza dei singoli gruppi giovanili. Sappiamo che lo sport è una componente importante per la vita dei nostri ragazzi e come tale dovrà essere svolgere quell’importante funzione di recupero psicofisico, emotivo e motivazionale dopo un periodo buio, noi ci proveremo con tutte le nostre forze e con la dedizione che ci ha sempre contraddistinto” queste le parole del Presidente Lilli Basile che evidenziano l’importante sinergia con le famiglie e con i ragazzi.