Ex poliziotto penitenziario di Trani soccorre donna in pericolo dopo incidente: «Nessuno prima di me si era fermato»

Un funzionario di Polizia penitenziaria di Corato, Michele Casamassima, in pensione da poco più di un anno dopo avere da sempre lavorato nel carcere di Trani, ha salvato la vita ad una donna di Trani, di 35 anni, vittima di un grave incidente stradale sulla statale 16 bis, a ridosso di una curva all’uscita di Bisceglie Centro.

pubblicità

«Erano da poco passate le 22.50 di domenica scorsa, 13 novembre – racconta lo stesso Casamassima -. Stavo rientrando a Corato con la mia famiglia e vedevo, poco prima dell’uscita Bisceglie-Corato, sulla statale 16 bis, un’auto accartocciata sul guardrail ed una donna per terra, in evidente stato di choc, che non si muoveva, a pochi metri dall’auto coinvolta nell’incidente. La donna, che viaggiava da sola, probabilmente per un malore era uscita fuori strada ed era andata ad impattare prima sulla barriera new-jersey e poi sul guard-rail».

A quel punto l’ex agente accosta, scende dall’auto, mette in qualche modo in sicurezza il tratto stradale e l’auto coinvolta per evitare ulteriori incidenti e, «dopo avere verificato le condizioni di salute della donna, che apparivano relativamente buone anche se in stato di choc, chiamavo i carabinieri per gli ulteriori interventi di loro competenza riguardanti la circolazione stradale e la messa in sicurezza di quel tratto di strada».

Casamassima, senza attendere l’arrivo del 118, accompagnava egli stesso la donna al Pronto soccorso dell’ospedale di Bisceglie per le cure del caso, mentre gli altri suoi familiari si prodigavano per tranquillizzarla ed avvisare i parenti della donna.

Ma la vera notizia, opposta alla generosità ed altruismo di Casamassima, è che «nessuno prima di me si era fermato a prestare soccorso alla donna, nonostante fosse chiaro che si era verificato un grave incidente stradale e si vedesse che quella persona era lì. Le auto e i camion continuavano a sfrecciare ad alta velocità e per pura fatalità non ci sono state ulteriori gravi conseguenze, perché l’auto incidentata veniva schivata all’ultimo momento dai mezzi in transito».

La donna ha riportato un doppio trauma facciale e contusioni in varie parti del corpo, ma è fuori pericolo.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.