Ex area merci della stazione di Trani, Marinaro: «Pronto il protocollo con Rfi per rilevarla»

Un altro importante passo avanti è stato fatto verso la soluzione del problema non solo della soppressione del passaggio a livello di via De Robertis, ma anche e soprattutto della riqualificazione urbana di tutta l’area. Infatti, finalmente, nei prossimi giorni sarà siglato il protocollo d’intesa con Rfi che prevede la determinazione, quantificazione e quindi acquisizione delle aree dismesse situate ai confini con via del Ponte Romano, aree essenziali per la realizzazione del prolungamento del sottopasso pedonale già esistente. Riqualificazione che sarà possibile grazie al finanziamento già ottenuto dall’amministrazione.

pubblicità

A dichiararlo è il presidente del consiglio comunale di Trani, Giacomo Marinaro.

“Sono molto soddisfatto di questo ulteriore traguardo poiché il mio interessamento sulla realizzazione del sottopasso ferroviario e pedonale ma soprattutto la riqualificazione completa delle aree è sempre stato costante e continuo. Non si parla più di sogni o di idee, l’acquisizione delle aree sono ormai realtà.
Obiettivi strategici, questi, che rientrano nel Dup 2022- 2024 del Comune di Trani, a dimostrazione che il Documento unico di programmazione non è un libro dei sogni. Cosi come non sono da dimenticare i progetti Pinqua per la riqualificazione dell’area ex Angelini, dove verrà realizzato un nuovo parco sul mare ma anche di tutta la zona “Petronelli”.
Ora però non dobbiamo fermarci, dobbiamo pensare a come incrementare servizi ma soprattutto dare lustro al nostro centro storico, partendo dal nostro Porto e quindi presentare al più presto un progetto da candidare per ulteriori fondi da reperire attraverso il PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza istituito dal Governo per rilanciare l’economia dopo la pandemia.
Grande attenzione stiamo rivolgendo alla tutela dell’ambiente. In scadenza proprio il 16 marzo ci sono progetti importanti da candidare, infatti In Giunta è stato approvato il progetto denominato “Da rifiuto a risorsa” che prevede tra le altre cose l’automatizzazione della distribuzione delle buste per la raccolta differenziata e il miglioramento del l’informatizzazione per arrivare più velocemente ad una tariffazione puntuale così come da me richiesto in consiglio comunale”
Riflettori puntati anche sulla qualificazione della zona sud della città.
“infatti dopo aver ricevuto il finanziamento per la realizzazione di un polivalente in zona nord, stessa cosa è in programma anche per la zona sud, per dare anche a questo quartiere una struttura sportiva degna di nota e la realizzazione di un parco, polmone verde che al momento manca in questa zona oltre ad un asilo già annunciato.
Progetti di rigenerazione urbana importanti e necessari per la crescita della città e la qualità della vita dei cittadini.

pubblicità

2 Commenti

  1. Buongiorno, bisognerebbe prevedere anche, il collegamento tra il sottopasso pedonale di via Ponte Romano con il parcheggio sotterraneo di Piazza xx settembre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.