Enogastronomia in rassegna al Castello

Fiumi di vino e cibi prelibati hanno caratterizzato la III Rassegna di Enogastronomia, tenutasi il 3 ed il 4 maggio scorsi presso il Castello Svevo. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Trani, è stata organizzata da Vittorio Cavaliere, un’istituzione della ristorazione pugliese, in collaborazione con la Slow Food Editore, l’Alexia Edizioni e l’Enoiteche. Tra i promotori dell’iniziativa, il Consigliere comunale di Alleanza Nazionale Sergio D’Alfonso. Il leit-motiv dell’intera manifestazione è stato il rilancio della qualità della produzione pugliese in campo enogastronomico: significativi riconoscimenti sono andati agli artigiani che si sono distinti per la salvaguardia e l’eccellenza della produzione alimentare e gastronomica. Numerosi gli appuntamenti gastronomici susseguitisi nel corso della rassegna, conclusasi con un importante evento conviviale realizzato da cinque osterie pugliesi. Da registrare, inoltre, la performance culinaria della nazionale italiana cuochi, composta per la prima volta da componenti pugliesi. La terza rassegna di enogastronomia ha tenuto a battesimo il Castello Svevo, per la prima volta chiamato ad ospitare una manifestazione di una certa importanza. L’occasione ha riproposto prepotentemente la questione-Castello, di cui il Comune rivendica da tempo la gestione. In coda alla rassegna non sono mancate le polemiche: da registrare, infatti, un intervento del presidente della Confcommercio di Barletta Carmine Faggella il quale, in una lettera rivolta al sindaco della Città della Disfida pubblicata nei giorni scorsi su "La Gazzetta del Mezzogiorno", ha amaramente constatato come Barletta si sia lasciata sfuggire, a beneficio della vicina Trani, un’importante manifestazione che aveva già ospitato in passato.

pubblicità
pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.