“Elogio alla composizione”, inaugurata a Palazzo Beltrani la mostra fotografica di Giuseppe Cavalli.Video.

Con l’inaugurazione della Mostra Fotografica “Elogio della composizione – la fotografia di Giuseppe Cavalli”, il Palazzo della Arti Beltrani inaugura di fatto la sua stagione artistica che offrirà, da oggi e fino al prossimo 10 novembre, alla comunità tranese e non solo eventi e spettacoli che spazieranno fra teatro, musica, cinema, talk e l’attesa esposizione fotografica dedicata alle opere di Giuseppe Cavalli, nato 120 anni fa nella città di Lucera, ed accolta dalle sale del piano nobiliare del Centro Culturale Polifunzionale della Città di Trani dal prossimo 26 marzo fino al 31 maggio 2024.

pubblicità
Il video servizio di Tonino Lacalamita

Giuseppe Cavalli è un artista prestigioso e acuto critico di punta del dopoguerra italiano, caposcuola dell’high-key e promotore culturale con altri protagonisti del suo tempo. Attraverso le pagine della rivista Ferrania contribuì ad elevare questa arte, con il volume “8 fotografi italiani di oggi” e la promozione del movimento La Bussola accanto ai valenti suoi colleghi Finazzi e Leiss, Lerder e Veronesi. Con una raccolta di oltre ottanta opere, l’esposizione vuole ripercorrere le tappe fondamentali della sua esperienza artistica tra produzione fotografica e critica arguta.

Soddisfazione per la dott.ssa Alessia Venditti, dottoranda di ricerca dell’Università degli Studi di Udine, già curatrice del progetto di riordino dell’archivio Giuseppe Cavalli: “Giuseppe Cavalli, in tema di produzione fotografica si contraddistinse per una sempreverde coerenza di visione, ancor più robusta se si considera la sua parabola artistica piuttosto breve. Le opere presenti a Palazzo Beltrani hanno il compito di compendiarne il lavoro, mostrandolo nelle sue differenti declinazioni: dal ritratto alle nature morte, dall’amata terra d’origine alla fotografia di paesaggio, il cui racconto è affidato, all’interno della mostra, alle stampe vintage. A partire dalla metà degli anni Trenta, infatti, Giuseppe Cavalli compì i primi passi nella sperimentazione del processo fotografico e la Puglia, nei cui territori si muove tra la bianca Alberobello e la sempre cara Lucera, diviene soggetto privilegiato. Ascrivibili all’ambito della fotografia di paesaggio, i vintage riportano l’elemento naturale con la medesima forza compositiva di quei paesaggi urbani dove la presenza dell’uomo sembra scandire il ritmo del tempo e la sospensione dello spazio. Per quanto mi riguarda sono molto soddisfatta di aver collaborato in maniera attiva all’allestimento di questa stupenda mostra, onorata della fiducia accordatami dagli Eredi di Giuseppe Cavalli“.

Alla presentazione oltre che ad Amedeo Bottaro , Sindaco Città di Trani, : “Le attività e le mostre di Palazzo Beltrani- ha detto- attirano tanti turisti che, ma questo è marketing territoriale, aumentano il numero delle giornate di presenza in città (…) siamo convinti che, da questo punto di vista. il futuro sarà sempre più roseo“. A Palazzo Beltrani c’era anche Grazia Di Bari , Consigliera delegata politiche culturali Regione Puglia: “La Stagione Artistica di Palazzo Beltrani, già presentata qualche giorno fa – ha sottolineato – va a rafforzare l’offerta turistica della provincia Bat grazie alla cultura attraverso la quale si promuove la conoscenza della nostra terra con i suoi elementi identificati ed identitari. Da questo punto di vista Niki Battaglia, responsabile di Palazzo Beltrani, ci da un forte aiuto, fondamentale per promuovere ancor di più quelle che sono le conoscenza della nostra provincia”. Soddisfatta anche Lucia De Mari, Assessore alle Culture della Città di Trani: “Mi inorgoglisce registrare il fatto che a Trani ogni giorno ci sono diversi appuntamenti culturali, dai libri, ai film, pur non avendo un cinema, agli spettacoli teatrali anche in assenza di un teatro, segno questo che le persone hanno voglia e passione per la cultura come dimostra questa mostra fotografica che già in fase di inaugurazione ha già registrato i primi visitatori“. In rappresentanza di Giuseppe Pitta , sindaco della Città di Lucera, luogo di nascita di Giuseppe Cavalli, c’era il Presidente della locale Commissione Cultura Antonio Dell’Aquila: “Giuseppe Cavalli – ha affermato – è riconosciuto da tutti come il fotografo della luce, ma lui è stato anche il fotografo della bellezza perchè si è concentrato sui valori della fotografia come arte, affrancandola da una essenzialmente documentaristica”.


Questi gli orari di visita della mostra: dal martedì alla domenica con orario continuato dalle 10,00 alle 18,00, ultimo ingresso alle ore 17,00. Giorno di chiusura per riposo settimanale: lunedì. Biglietto d’ingresso: 6,00 euro ticket intero, 4,00 euro ticket ridotto (per minori, studenti, docenti, over 65, soci FIAF).Con il ticket di ingresso è possibile visitare anche le collezioni della Pinacoteca “Ivo Scaringi”. Per maggiori informazioni: https://www.palazzodelleartibeltrani.it/event/la-fotografia-di-giuseppe-cavalli/

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.