Ecco la "margherita" di sinistra

M’ama, non m’ama, m’ama, non m’ama…..m’ama. Sfogliando la "margherita" di Lucio Germinario, il sindaco Carlo Avantario, almeno per il momento, può dormire sonni tranquilli. Proprio la margherita, infatti, è il simbolo del "Movimento Democratici per il Centrosinistra Unito", una nuova formazione politica nata da una costola dei Ds, che fa capo al Consigliere comunale Lucio Germinario. Nessun ripensamento, dunque: nonostante l’appello all’unità che nei giorni scorsi era stato lanciato dal segretario diessino Mauro Mazzilli, l’ex ala socialista del partito ha optato per un percorso autonomo. Il primo atto politico del nuovo movimento, quasi a voler gettare acqua sul fuoco delle polemiche divampate nei giorni scorsi, è una lettera al sindaco Avantario nella quale Germinario e compagni ribadiscono il proprio sostegno alla giunta. Nei prossimi giorni, inoltre, i vertici della "margherita" chiederanno un incontro al neo-sindaco. "Il fatto che abbiamo abbandonato i Ds – spiega Germinario – non significa che abbiamo rinunciato al progetto-Avantario. Anzi, cogliamo l’occasione per formulare i migliori auguri di buon lavoro alla nuova giunta". Un augurio che si estende anche ai Democratici di Sinistra, verso i quali, sia pur con qualche frecciata, i rappresentanti della "margherita" non serbano rancore."Il nostro obiettivo- afferma Ninni De Toma, coordinatore del Mdcu – è quello di proporci come elemento unificante della coalizione di centrosinistra. L’invito, ovviamente, è rivolto anche ai Ds con i quali auspichiamo di avviare un proficuo dialogo".Ritornando ai motivi che hanno determinato la loro uscita dalla quercia, Germinario e compagni riaffermano con forza che "non si è trattato di una questione di poltrone. Ci sentivamo un corpo estraneo in un partito che, parafrasando il suo segretario Walter Veltroni, necessita di un profondo rinnovamento. Inoltre, non abbiamo gradito il criterio usato nella ripartizione delle deleghe", spiega Ninni De Toma. Dal canto suo, Germinario liquida con una battuta l’invito del segretario Ds Mazzilli a rispondere agli elettori del partito per le sue dimissioni. "Con i miei 196 voti personali sarei stato eletto in qualsiasi lista".Archiviata la vicenda Ds, Germinario e compagni si tuffano nel progetto-margherita, che a Trani avrà il suo laboratorio politico. "A Trani, come nel resto del paese – spiega De Toma – il centrosinistra è disorganizzato. Noi ci proponiamo come collante della coalizione, sposando appieno il maggioritario ed il bipolarismo. Siamo stanchi di essere bollati come personaggi della prima Repubblica: siamo persone pulite, non abbiamo ricevuto neanche un avviso di garanzia. Il nostro obiettivo è quello di portare la nostra esperienza al servizio di una classe politica ancora inesperta". "Partecipazione" è la parola d’ordine del nuovo movimento. "Per ridurre le distanze tra classe politica e cittadini, è ora che anch’essi prendano parte ai processi decisionali", commenta Germinario. "Noi chiederemo al sindaco che i cittadini siano coinvolti nelle scelte dell’amministrazione, a cominciare dal Piano Regolatore Generale". Rilancio della provincia policentrica Andria-Trani-Barletta, riassetto della burocrazia comunale ed istituzione del vigile di quartiere sono solo alcune delle proposte del Mdcu. Germinario, inoltre, ha intenzione di chiedere al sindaco una stanza comunale per ogni gruppo consiliare. Particolarmente gradito sarà il contributo di idee che i cittadini vorranno dare al nuovo movimento. A tal proposito, soprattutto per avvicinare i giovani, la "margherita" si è dotata di un e-mail ([email protected]).Quanto alle due questioni politiche che in questi giorni tengono banco, in particolare la nomina del sesto assessore e l’elezione del presidente del Consiglio comunale, la "margherita" sembra avere le idee chiare. "Non abbiamo assessorati da chiedere, nè nomi da suggerire. Per quanto riguarda il presidente del Consiglio comunale, trattandosi di un incarico istituzionale, riteniamo necessario coinvolgere nella scelta anche le opposizioni". Resta da vedere che ne pensa il resto della maggioranza.

pubblicità
pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.