Dai fumogeni all’amarezza: un anno fa entrò in città trionfante Danilo Quarto

Era il 5 giugno 2020 quando l’allora presidente della United Sly Trani, Danilo Quarto, conferì con il sindaco, Amedeo Bottaro, in merito alla successiva stagione sportiva. In quell’occasione l’ingresso di palazzo di Città si trasformò in una festa per i tifosi che accolsero Quarto, tra cori e fumogeni, come il salvatore del calcio cittadino.

È passato esattamente un anno da quella data e oggi non ci resta che ricordare quel giorno con tanta amarezza soprattutto perché numerosi tifosi avevano riposto in Danilo Quarto le speranze di una nuova era per il Trani calcio che avrebbe portato, di riflesso, conseguenze positive anche per l’intera città.

Come è andata a finire quella triste vicenda rimane nella cronache cittadine. Al momento è ancora in corso l’azione legale portata avanti dall’avvocato Giovanni Marchio a nome di 190 tifosi che, su impulso di Luciano Zitoli, hanno richiesto il rimborso della quota abbonamenti che avevano sottoscritto.