Crocifisso di Colonna, stamani messa per 400. Il rettore: «Nel 1480 c’era la peste e Trani ne uscì»

«Anche quest’anno, a causa delle restrizioni legate alla pandemia, non sarà possibile celebrare la festa del Crocifisso di Colonna con le modalità che da sempre ci sono care. Questo però non ci impedisce di esprimere tutto il nostro amore a Cristo Gesù che per noi si è fatto “obbediente fino alla morte, alla morte sulla croce“».

Così don Mimmo De Toma, vicario episcopale della diocesi, anticipando il sobrio programma della seconda festa patronale della città, che ci celebra oggi, lunedì 3 maggio.

In particolare alle 11, sul piazzale di Santa Maria di Colonna, avrà luogo la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo, Mons. Leonardo D’Ascenzo, con la partecipazione del clero cittadino, delle autorità militari e civili e dei rappresentanti delle arciconfraternite e confraternite. A seguire, la preghiera di affidamento della Città di Trani alla protezione del Crocifisso di Colonna. La celebrazione sarà trasmessa in diretta tv su Telesveva e sui social News24.city, Trani.News24.city e Comitato feste patronali Trani. 

Terminato il rito, il Crocifisso sarà condotto in forma privata alla chiesa parrocchiale di Santa Chiara, dove alle 19 sempre il vescovo  presiederà una solenne concelebrazione. Vi resterà fino al 27 maggio.