Crisi politica a Trani: Bottaro avanti quasi senza numeri fra assenze, soccorsi e buona sorte

Nel consiglio comunale di venerdì scorso, tenutosi in seconda convocazione a causa della mancanza del numero legale della prima, l’amministrazione comunale ha fatto fatica a trovare i numeri persino quando sarebbe stato sufficiente avere 11 consiglieri per approvare i provvedimenti.

pubblicità

Numerose le assenze nella compagine di governo compresa quella del sindaco Amedeo Bottaro, che non era Trani ma forse è apparso persino sfidare la maggioranza per comprendere fino a che punto sarebbe stata in grado di incartarsi.

È così accaduto che, sulle variazioni di bilancio, i voti favorevoli siano stati complessivamente 11 e non ci sia stata stata l’immediata eseguibilità.

Invece sugli equilibri al bilancio di previsione i voti favorevoli sono diventati 15 e, per l’immediata eseguibilità, servivano 17 voti che si sono raggiunti con il concorso dei fratelli Tommaso ed Erika Laurora, della minoranza.

In altre parole, la maggioranza di Amedeo Bottaro, se tale si può ancora chiamare, sta nuovamente e profondamente mutando con un ingresso tutt’altro che in punta di piedi di Italia in comune, con a capo l’ex assessore e poi antagonista di Bottaro alle ultime elezioni amministrative.

La minoranza, dal canto suo, nell’ultimo consiglio comunale è incappata in una seduta da una parte «collaborativa» e, dall’altra, sfortunata perché numerose sono state le assenze anche nei suoi banchi e nulla ha potuto fare per sovvertire numericamente una seduta che, in altri tempi, il centrodestra più altri avrebbero rivoltato come un calzino.

Sfortunata o no, di certo l’opposizione di quest’ultima consiliatura non sarà ricordata come un fulmine di guerra, giacché i consigli comunali, che una volta duravano fino a notte fonda, si riescono a liquidare – come nell’ultimo caso – in appena due ore di seduta.

pubblicità

1 commento

  1. ma chi volete che segua con un minimo di attenzione i lavori ( si dice proprio così) se siamo al 2 agosto? ma non è forse meglio andarcene a fare una pizza? così per la maggioranza che la minoranza!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.