Contrasto alla povertà educativa, proposte progettuali entro il 28 dicembre

pubblicità

È intento di questa Amministrazione Comunale partecipare all’avviso “EDUCARE IN COMUNE”, indetto dal Dipartimento per le politiche della Famiglia e pubblicato sul proprio sito.

Tale avviso ha come obiettivo di promuovere l’attuazione d’interventi progettuali, anche sperimentali, per il contrasto alla povertà educativa e il sostegno delle potenzialità fisiche, cognitive, emotive e sociali delle persone di minore età, al fine di renderle attive e responsabili all’interno delle comunità di appartenenza e promuovere il rispetto delle differenze culturali, linguistiche, religiose, etniche e di genere esistenti.

In particolare, sono previsti interventi in tre aree tematiche:

  • A. “Famiglia come risorsa”
  • B. “Relazione e inclusione”
  • C. “Cultura, arte e ambiente”

Non sono considerate ammissibili al finanziamento le proposte progettuali il cui valore sia inferiore a euro 50.000,00 (cinquantamila/00) e superiore a euro 350.000,00 (trecentocinquantamila/00); il finanziamento erogato dal Dipartimento per ciascuna iniziativa progettuale garantirà l’intero costo della proposta.

L’Avviso è rivolto ai Comuni, in qualità di unici beneficiari del finanziamento e titolari delle proposte progettuali presentate, i quali mantenendo il coordinamento e la responsabilità della realizzazione di progetti nei confronti del Dipartimento anche quando sono presentati in collaborazione con soggetti pubblici e privati. I soggetti pubblici e privati dovranno aver maturato una comprovata esperienza di almeno tre anni nell’area tematica per la quale è posta la candidatura. Di conseguenza, il Comune di Trani al fine di presentare proposte in tutte le succitate aree con il coinvolgimento attivo delle realtà operanti sul proprio territorio, intende avviare un tavolo di coprogettazione per ogni area.

Pertanto, si invitano Enti pubblici e Soggetti privati, con particolare riguardo ai servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia paritarie, le scuole paritarie di ogni ordine e grado, gli Enti del Terzo settore, le Imprese sociali e gli Enti Ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica, a manifestare il proprio interesse alla partecipazione al tavolo di coprogettazione.

La candidatura dovrà essere espressa con l’invio di una PEC, entro e non oltre le ore 10:00 del 28/12/2020, all’indirizzo [email protected], indicando:

  • 1) denominazione dell’Ente/organizzazione
  • 2) l’area di interesse
  • 3) il nominativo della persona delegata a partecipare ai lavori
  • 4) l’indirizzo mail per ricevere le tutte comunicazioni

Nella giornata del 28 dicembre 2020, ai soli soggetti che avranno manifestato interesse, sarà inviato via mail il link per accedere alla prima riunione on line che si terrà in data 29 dicembre 2020 alle ore 10.