Consiglio comunale, per la prima volta a Trani ci sarà la consulta del terzo settore

Il consiglio comunale di Trani ha approvato con 24 voti favorevoli (unanimità dei presenti) l’istituzione della consulta del terzo settore, quale organismo di partecipazione ai sensi dell’articolo 61 dello statuto comunale.

Tra gli obiettivi ricordiamo: aumentare il livello di partecipazione dei cittadini nell’amministrazione del comune e nella conoscenza e soluzione dei problemi della collettività, favorendo la crescita sociale; realizzare forme di partecipazione democratica diffusa; favorire la collaborazione e il coordinamento fra le varie realtà del privato sociale presenti sul territorio; istituire sedi di confronto e programmazione comuni tra l’Amministrazione Comunale e gli Enti del Terzo Settore, integrando le specifiche esigenze e le differenti sensibilità verso obiettivi generali e comuni; favorire la diffusione della conoscenza delle attività svolte degli Enti del Terzo Settore con sedi nel territorio comunale.

La consulta svolgerà la doppia funzione di organismo consultivo e propositivo del consiglio comunale che rappresenta le esigenze del terzo settore e la sede di libero confronto e di proposte di programmazione.

Il regolamento, composto da 16 articoli, delinea, tra gli altri, i compiti e le prerogative della consulta, la durata delle cariche e gli organi della consulta. La Consulta, tramite del proprio Presidente, presenta annualmente al Consiglio Comunale una relazione sull’attività della Consulta stessa e sulle problematiche del Terzo Settore Cittadino. Inoltre, entro il 31 Ottobre di ogni anno, inoltra al Sindaco le proprie proposte nelle materie oggetto delle proprie attività istituzionali, al fine di contribuire alla redazione della programmazione strategica e gestionale. L’assemblea, il Presidente, il Vicepresidente e l’Ufficio di Presidenza rimangono in carica tre anni e, comunque, fino all’insediamento della Consulta successiva. 

Soddisfatto dell’approvazione l’assessore ai servizi sociali, Eugenio Benedetto Martello, che ha commentato quanto segue: “Anche se assente per motivi di salute, sono felice per la nascita della consulta del terzo settore e ringrazio il presidente ed i membri della V Commissione per aver contribuito a migliorare il testo iniziale. Ora gli enti del terzo settore tranese hanno uno strumento per essere più che mai attori importanti nella coprogrammazione delle future politiche cittadine. Voglio ringraziare il segretario generale Lazzaro per il prezioso lavoro di stesura e sintesi finale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.