Consiglio comunale, il vice sindaco Ferrante rassicura sui parcometri: «Il servizio non avrà interruzioni». E sul porta a porta: «Già aumentati i turni di raccolta della plastica»

Per l’amministrazione comunale, è stato il vice sindaco Fabrizio Ferrante a replicare agli interventi preliminari durante l’ultimo consiglio comunale del 2020.

pubblicità

L’assessore ha risposto punto per punto alle proposte e alle istanze dei consiglieri di maggioranza e opposizione.

“Per piazza Kolbe e via Anna Teresa Stella – ha detto Ferrante in risposta al consigliere Gianni Di Leo – ci si può interfacciare con me per una suddivisione di ruoli: la giunta si muove come squadra a cominciare dal Sindaco. Quindi, se risponde alle richieste un altro membro dell’amministrazione, Bottaro ne è sempre a conoscenza”.

Per quanto riguarda il contratto di manutenzione del verde di cui ha parlato Antonio Loconte, il vice sindaco ha detto: “Il servizio scadrà nei primi mesi del 2021, ma gli uffici si stanno già operando per il nuovo bando”.

Sulla raccolta differenziata porta e porta, invece, Ferrante ha ammesso le criticità iniziali, ma ha sostenuto: “Con i correttivi si sta cercando di risolvere le problematiche: ad esempio, per la raccolta della plastica, sono aumentati i turni di raccolta nello stesso giorno. Inoltre, la troppa implementazione delle isole ecologiche può essere un’arma a doppio taglio perché ci discosteremmo dalla scelta del porta a porta”.

Su La Lampara l’amministrazione sta lavorando perché “non ci sono solo problemi di carattere tecnico, ma anche legale”. Per i parcometri, invece, “l’azienda si è impegnata a chiedere una proroga nel noleggio degli stessi: quindi, il servizio non avrà interruzioni”.

“I concorsi Amiu – ha detto Fabrizio Ferrante – si devono svolgere in presenza come accade per i concorsi in tutta Italia: quando non ci saranno più impedimenti a carattere nazionale, anche quello procederà e troverà la sua definizione. Per l’ospedale, in base al protocollo firmato abbiamo predisposto la realizzazione di servizi d’eccellenza. Per lo psicologo in comune bisogna capire quale servizio bisogna erogare”.

Infine, la replica al consigliere De Toma: “L’amministrazione ha creato i parchi che offrono un servizio di rigenerazione urbana migliore rispetto alla situazione precedente. Ci sono debiti fuori bilancio legati proprio a quel contratto di quartiere perché all’epoca non si ebbe lungimiranza sugli effettivi costi di realizzazione. Sicuramente si tratta di parchi che nascono da quel contratto di quartiere, ma per renderli operativi l’amministrazione attuale ci ha messo molto del suo. Questo deve essere un motivo di vanto per l’intera collettività”. 

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.