C’è posta per Trani, palazzo Torres in una cartolina del primo decennio del Novecento

Continua il week end lungo con la rubrica “C’è posta per Trani”, suggestivo viaggio fra i panorami e le immagini storiche della Trani di un tempo, con un altro edificio già citato per essere stato sede della Corte d’Appello delle Puglie ed attualmente del Tribunale Civile: Palazzo Torres raffigurato, con sul fondo il Castello Svevo, in questa splendida cartolina non viaggiata risalente al primo decennio del Novecento.

pubblicità

Qualche curiosità. Palazzo Torres che è una costruzione del XVI secolo e si trova di fronte alla Cattedrale, porta il nome di Martino Torres, capostipite del ramo tranese della famiglia di origine spagnola, che fu luogotenente d’armi del regno nel 1532 e vice castellano nel 1540. In questo edificio fu ospitata prima l’Accademia dei Pellegrini e fino al 1803 rimase di proprietà del Capitolo Metropolitano. Successivamente fu ceduto al Comune, e questi allo Stato che nel 1806 vi insediò il Tribunale Penale Straordinario delle Puglie (poi chiamato Corte d’Assise).

Dal 1817 ospitò il massimo organo giudiziario di Terra di Bari e d’Otranto: la Gran Corte Criminale Civile delle Puglie, trasformato nel 1861 in Corte d’Appello delle Puglie, fino al 1923, anno del mai digerito trasferimento a Bari. Tra il 1970 ed il 1981 vi furono lavori di ampliamento e notevoli trasformazioni interne per adeguarlo alle aumentate esigenze degli Uffici Giudiziari. Dal 2000 è sede del Tribunale, trasferendo gli altri uffici in altri palazzi del centro storico, facendone una “cittadella giudiziaria”. Il Palazzo Torres oggi è il simbolo che racchiude in sé tutta la storia di Trani “Atene delle Puglie”, di Trani “maestra di diritto”. Il tribunale federiciano del 1215, la Sacra Regia Udienza istituita da Carlo V nel 1586 ed attiva fino al 1808, la Gran Corte Speciale borbonica operante sotto Ferdinando II, la Corte di Appello delle Puglie trasferita a Bari nel 1923, e tutti gli altri importanti uffici giudiziari, fecero di Trani una delle più insigni città della Puglia.

Questa e tante altre rare immagini, con notizie e curiosità storiche, sono tratte da due straordinari libri di Rino Mennea, edite da “Il Giornale di Trani”, davvero unici nel suo genere, acquistabili, fino ad esaurimento scorte, presso le edicole e librerie di Trani al prezzo promozionale di € 20,00: “La Bella Époque, Le Cartoline dal 1898 al 1920” [Trani, 2020]; “Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944” [Trani, 2021].

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.