C’è posta per Trani: la città fortificata, le mura abbattute e la Porta di Bisceglie

Completiamo il week end della rubrica con una immagine della imponente Porta di Bisceglie, si trovava a ridosso della Chiesa di San Rocco, pubblicata da Rino Mennea nella sua raccolta di suggestive cartoline d’epoca e immagini tratte dalla sezione “Storia Locale” del suo secondo libro dal titolo «Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944» (*). Dalle planimetrie pubblicate nei post precedenti, abbiamo inteso come la città di Trani fosse protetta sul versante del mare dalla presenza del Castello, come l’entrata del porto rassicurasse la popolazione per la presenza di una lunga catena che, ancorata ai due moli di Santa Lucia e Sant’Antuono, impediva l’accesso a navi non autorizzate, mentre verso l’entroterra la protezione era garantita dalle alte mura federiciane che purtroppo “furono abbattute a partire dal 1846 a motivo dello sviluppo demografico della città (…) il numero di abitanti sul finire del Seicento era poco meno di 5.000 anime per arrivare ai 14.000 del 1799”. La città si sviluppò subito verso oriente, pubblichiamo una pianta della città con le linee cronologiche di espansione, e la prima delle porte federiciane a farne le spese fu proprio la Porta di Bisceglie, la più maestosa ed importante che fu demolita il 27 ottobre del 1846.

pubblicità

Qualche curiosità. La motivazione ufficiale della demolizione, narrano le cronache del tempo, pare siano state le condizioni di degrado e vetustà causate dalle frequenti alluvioni, ma la verità fu invece la necessità di individuare un “Largo del Borgo” (mezz’o larghe) ora Piazza della Repubblica, che desse respiro alla città ingabbiata dalle mura; il chiacchiericcio del tempo, però, attribuì l’iniziativa della demolizione della porta e di gran parte delle mura cittadine ad un programmato sviluppo urbanistico della città che aveva tutte le caratteristiche di una speculazione edilizia.

Questa e tante altre rare immagini, con notizie e curiosità storiche, sono tratte da due straordinarie antologie di Rino Mennea, edite dal Il Giornale di Trani – Radio Bombo, unici nel suo genere acquistabili, fino ad esaurimento scorte, presso le migliori edicole e librerie di Trani al prezzo promozionale di € 20,00:

– «La Bella Époque, Le Cartoline dal 1898 al 1920», edito 2020
– «Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944», edito 2021(*)

(litografia di Gennaro Moselli)

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.