C’è posta per Trani: … ci sposiamo alla Cattedrale, il servizio fotografico a cura dello Studio Giuseppe Piazzolla.

Questo week end della rubrica C’è posta per Trani si chiude con altre suggestive cartoline ed immagini d’epoca selezionate dagli straordinari libri, unici nel suo genere, di Rino Mennea, che fanno ancora riferimento alla Regina delle Cattedrali di Puglia, protagonista della ricca sezione denominata: «Cattedrale pag.55» dalla raccolta «Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944».

pubblicità

Oggi riprendiamo da dove avevamo lasciato ieri e cioè dalla denominazione della Cattedrale come Ecclesia Maior, dell’ Arcivescovo fra’ Diego Alvarez nel 1143, e dalle accorate e nostalgiche parole , che riportiamo, di Orazio Palumbo (1827-1898), avvocato e storiografo tranese, appartenente ad una nobile famiglia di avvocati e patrioti, che interpretò a suo modo l’affettuoso legame dei tranesi alla loro chiesa; così scrisse: “Noi l’amiamo perché in essa pregarono molte generazioni dei nostri maggiori; la sublime sua torre è il primo segno della patria diletta che appare nocchiero reduce dai lidi lontani; è quella cui affigge un ultimo mesto sguardo chi, partendo, vi lascia affetti; essa salutò la nostra culla, ed accompagnerà mestamente l’ultima prece della tomba”.

Era così tanto il legame tra i tranesi e la Cattedrale, sarà stato anche per i tempi bui di crisi economica dell’Italia belligerante, che proprio in Chiesa Madre venivano organizzati i matrimoni di gruppo, delle vere e proprie feste, sulla questione così scrive Rino Mennea nel suo libro: “Un gioioso episodio di cronaca, avvenuto a Trani, fu commentato a livello nazionale ed illustrato dalla Domenica del Corriere. Verso fine luglio 1935, durante le feste patronali, numerose coppie celebrarono le nozze lo stesso giorno in Cattedrale. Il supplemento settimanale del Corriere della Sera nel successivo 31 agosto riportò l’avvenimento sulla pagina a colori, descrivendo le immagini dei novelli sposi che, dopo il rito religioso, scendevano in corteo dallo scalone del Duomo. La tavola del giornale milanese fu illustrata da Achille Beltrame, che si rifaceva ad una foto di Giuseppe Piazzolla, con la variante d’obbligo per quel tempo. Il miliziano, a sinistra della foto, venne sostituito da due donne ed un uomo che salutavano alla maniera fascista col braccio alzato”.

Una menzione particolare è dedicata nel libro proprio allo storico fotografo tranese Giuseppe Piazzolla, ne pubblichiamo altri due scatti in uno alla locandina pubblicitaria del suo studio che si trovava al tempo in Piazza Vittorio Emanuele; curioso leggere fra i servizi offerti di “lavori a domicilio del cliente anche di sera con apparecchio speciale a lampo per grandi gruppi”; scrive Rino Mennea: “Le note biografiche di G. Piazzolla, riportate da suo figlio Ruggiero, dicono che il professionista, nato a Margherita di Savoia, si era trasferito a Trani nel 1905 dopo essersi laureato a Napoli all’ Accademia delle Belle Arti ed aver frequentato l’atelier partenopeo di B. Lauro. Ottiene lusinghieri riconoscimenti dai privati: inoltre fioccano per motivi istituzionali committenze dal Comune di Trani e dal Tribunale . L’operosità prosegue inaugurando un nuovo studio in Via Mario Pagano 222 e diviene intensa durante il periodo bellico soprattutto con foto di giovani in partenza per il fronte. G. Piazzolla morì, dopo breve malattia, il 12 settembre 1956”.

Queste e tante altre rare immagini, con notizie e curiosità storiche, sono tratte da due straordinarie antologie di Rino Mennea, edite dal Il Giornale di Trani – Radio Bombo, unici nel suo genere acquistabili, fino ad esaurimento scorte, presso le migliori edicole e librerie di Trani al prezzo promozionale di € 20,00:

– «La Bella Époque, Le Cartoline dal 1898 al 1920», edito 2020
– «Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944», edito 2021

Sagra della Nuzialità, 17 coppie ritratte all’uscita delle Cattedrale (Foto G.Piazzolla)
Copertina della Domenica del Corriere di Achille Beltrame
Sposi ritratti sullo scalone della Cattedrale (Foto G.Piazzolla, ispiratrice della copertina della Domenica del Corriere)
Sposi ritratti in Municipio (Foto G.Piazzolla)
pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.