C’è posta per Trani, bellissima la città affrescata in una planimetria del XVII^ secolo

La scorsa settimana abbiamo postato due bellissime planimetrie della città di Trani, questa week end riprendiamo l’argomento prendendo spunto da quanto pubblicato da Rino Mennea nella sua raccolta di suggestive cartoline d’epoca e immagini tratte dalla sezione “Storia Locale” del suo secondo libro dal titolo «Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944» (*). Forse non tutti sanno che, grazie a Giovanni Beltrani (Trani 1848-1932), letterato e cultore stimato di critica storica che gli valsero l’onore di essere prescelto a far parte di varie Commissioni di studi archeologici, fu scoperto sotto le arcate del secondo piano del Palazzo Arcivescovile un dipinto prospettico della città di Trani, ispirato alla stampa di G.B. Pacichelli del XVII secolo: “L’affresco riproduce approssimativamente i torrioni e la cinta muraria, mentre dà una indicazione più puntuale del porto con i moli fortificati di Santa Lucia e di Sant’Antuono. L’intero settore orientale della città viene descritto con maggiori dettagli rispetto alla incisione del Pacichelli: è possibile infatti scorgere gli insediamenti produttivi del salnitro e dei molini accanto all’arsenale veneto, i conventi e le chiese dei Domenicani in Santa Croce e dei Gerosolimitani al Carmine”. pag.44-45

pubblicità

Questa e tante altre rare immagini, con notizie e curiosità storiche, sono tratte da due straordinarie antologie di Rino Mennea, edite dal Il Giornale di Trani – Radio Bombo, unici nel suo genere acquistabili, fino ad esaurimento scorte, presso le migliori edicole e librerie di Trani al prezzo promozionale di € 20,00:

– «La Bella Époque, Le Cartoline dal 1898 al 1920», edito 2020
– «Il periodo interbellico, Le Cartoline dal 1921 al 1944», edito 2021(*)

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.