Cattedrale di Trani poco illuminata, la denuncia del Fiof

Luciano Zitoli (responsabile regionale Fiof) e Ruggiero Di Benedetto (Presidente nazionale Fiof) pongono ll’attenzione del vescovo D’Acenzo, del sindco Bottaro, del senatore Damiani e della consigliera regionale Ciliento lo stato dell’illuminazione della Cattedrale di Trani. Di seguito l loro nota:

***

In qualità di fotografo ho effettuato per motivi professionali un sopralluogo per riprese fotografiche e video; tale sopralluogo ha evidenziato criticità dovute in primis ai pali della luce in totale stato di abbandono e alle lampade bruciate da tempo.

L’azienda incaricata della manutenzione è l’Enel, al quale prontamente ho evidenziato la problematica, la quale all’indomani del mio sollecito mi riferiva che le lampade sono state ordinate da circa quattro mesi. Tale risposta non trova alcuna risoluzione al problema e l’azienda non garantisce una tempistica di intervento a breve termine.

Inoltre, ho appreso dal rettore della cattedrale che la segnalazione risale temporalmente al completamento dei lavori di ristrutturazione del campanile e quindi oltre i quattro mesi comunicati dall’azienda Enel; ad aggravare la situazione lo stato dell’illuminazione interna, ormai obsoleta e pericolosa.

Nel rispetto del suddetto patrimonio, non avendo ricevuto le risposte attese, né tanto meno un intervento certo sul sistema di illuminazione, umilmente ho pensato di rivolgermi a Sua eccellenza, quale massima istituzione ecclesiastica, certo di una maggiore sensibilità e tutela del bene in oggetto.

Auspicandomi che questa mia nota possa essere accolta con la dovuta attenzione, colgo l’occasione per farle sentire la mia vicinanza e quella del Fiof in questo difficile momento per tutta la comunità religiosa con la speranza che la Pasqua sia per tutti una nuova Resurrezione.

Luciano Zitoli (responsabile regionale Fiof) e Ruggiero Di Benedetto (Presidente nazionale Fiof)