Carcere di Trani, nuovo progetto ambientale: quattro detenuti bonificano il canale di scolo lungo la recinzione

Un progetto di educazione ambientale partito nella giornata di ieri, ma destinato a proseguire con altre iniziative mirate. Il primo intervento, in ogni caso, è stato compiuto ieri mattina lungo il muro di cinta della casa di reclusione maschile, in via Andria.

Quattro detenuti coadiuvati da agenti della Polizia penitenziaria e operatori di Amiu, hanno ripulito dei rifiuti e bonificato dalle sterpaglie il canale di scolo che si trova fra la carreggiata e la recinzione del carcere, rimuovendo di tutto fra copri cerchioni di auto, buste di immondizia, cassette e altri rifiuti di varia natura. Il risultato dell’intervento è finito in numerosi sacchi di rifiuti caricati su uno dei mezzi dell’azienda di igiene urbana.

Un bel segnale di cittadinanza attiva da parte di alcuni dei reclusi, risultati maggiormente meritevoli di essere impiegati in questo progetto rieducativo ed evidentemente dotati anche, e soprattutto, di una spiccata sensibilità ambientale.