«Caotica-mente», a Palazzo Beltrani la personale di Gigi Bucci. Video

In esposizione, per la prima volta a Palazzo delle Arti Beltrani, dal prossimo 15 febbraio al 15 marzo, “Caotica-mente”, una trentina di opere pittoriche che ripercorrono le esperienze dell’artista tranese Gigi Bucci che in anteprima abbiamo incontrato, visitando con lui la mostra suggestiva e meritevole di attenzione per la sua sensibilità, l’originale espressività di cui dovremmo andare orgogliosi. Gigi Bucci riesce a ben coniugare i suoi verbi artistici ispiratori “sperimentare ed evolvere” per la sua capacità di osservazione critica, per il suo costante mettersi in discussione, per la introspezione che fa della mente umana che, per la sua “caoticità”, rimane per lui un terreno di ricerca privilegiato.

pubblicità

Gigi Bucci è un artista poliedrico, aperto alle esperienze, semplice perchè i suoi occhi conservano ancora il disincanto tipica degli artisti di talento, lui caparbio nel ricercare attraverso vari stili e modalità artistiche, come la grafica, la pittura, il disegno, la video creazione, riesce a stupire con opere che hanno in sè sia equilibrio cromatico che significatività espressive: una mostra da non perdere.

Gigi, quale è stato il tuo percorso di studi?
Dopo il diploma come maestro d’arte conseguito a Corato ho cominciato a viaggiare da autodidatta lontano da contaminazioni accademiche, o influenze, anche inconsce, che avrebbero in qualche modo bloccato la mia creatività. E’ stato un percorso formativo difficile, fatto di dubbi, rinunce e non poche soddisfazioni.
Cosa rappresenta la tua arte?
Per me l’arte è un modo per crescere migliorandosi, sono vicino all’iperrealismo, alle installazioni artistiche, dalla moda alla realizzazione di eventi, musical e concorsi. Sono altresì soddisfatto soprattutto quando le persone possono interagire con e nella mia arte, questa mostra è stata pensata da questo punto di vista, i visitatori mi troveranno disponibile qui a Palazzo delle Arti Beltrani per un dialogo, di natura artistica, che già mi intriga. Ho, infatti, realizzato qualche anno fa
una esposizione di sedie in piazza Quercia.

Attraverso le opere in mostra, Gigi Bucci, artista contemporaneo, indaga il complesso dedalo della mente umana e la sua interconnessione con il mondo di relazione in cui viviamo, fatto di paradigmi e convenzioni. Le sue opere a tecnica mista, frutto di una continua sperimentazione, trasmettono la sua visione sensibile della realtà, tra ironia, provocazione e critica sociale.

Il maestro d’arte Luigi Bucci è un artista poliedrico capace di muoversi con disinvoltura dall’iperrealismo al costume, dalla scenografia alle installazioni anamorfiche. Viaggia in tutto il mondo. Scenari naturalistici e città metropolitane ispirano la sua arte donando una visione personale dell’espressione comunicativa. Il suo essere autodidatta lo rende privo di contaminazioni accademiche e scevro da influenze inconsce che deviano e imprigionano le idee, facendolo rimanere fedele alla continua evoluzione e sperimentazione di tecniche e supporti.

Sarà lo stesso artista, domenica 18 febbraio a presentare la sua personale al pubblico e a giornalisti e rappresentanti istituzionali, cogliendo lo spunto per disquisire in merito alla sua visione artistica e al ruolo dell’arte nella società contemporanea.

Soddisfatto Niki Battaglia, Direttore del Palazzo delle Arti Beltrani, per un avvio di stagione quella del 2024 che, con le rassegne teatrali e musicali ed altre mostre previste, sarà presentata a breve alla Città di Trani: “Credo molto nei giovani e nelle opportunità che bisogna dargli, è un loro diritto, ma per me invece rappresentano, non un obbligo, ma un dovere piacevole, come nel caso del talentuoso artista tranese Gigi Bucci e la sua personale a Palazzo Beltrani, che è una sua prima volta con trenta lavori, la maggior parte di recente produzione artistica, che non mancheranno di sorprendere i visitatori.

La mostra sarà visitabile (ingresso 4 euro, ridotto 2 euro per minori, studenti, docenti e over 65) dal 15 febbraio al 15 marzo 2024, tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10:00 alle 18:00 a Palazzo delle Arti Beltrani, in via Beltrani 51 a Trani (BT). Il biglietto include la visita alle collezioni della Pinacoteca “Ivo Scaringi”.

Palazzo Beltrani si conclama luogo privilegiato per le diverse forme espressive e centro propulsore per l’arte nella Città di Trani

Info Palazzo delle Arti Beltrani tel: 0883 500044, info@palazzodelleartibeltrani.it

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.