Calcio donne, retrocessione e fusione? Trani potrebbe unirsi a Cerignola

La stagione della giovanissima Apulia Trani, in serie C, è terminata con una retrocessione dopo il penultimo turno perso in casa del Grifone Gialloverde. Ma quali sono i piani futuri e della gloriosa società biancoazzurra? Ce li spiega il numero uno del sodalizio tranese Avv. Alessio Scarcella.

pubblicità

“La retrocessione? Come società ci assumiamo ogni responsabilità. Siamo stati costretti a ripartire da zero dopo il campionato di serie B in cui è stata pagata l’inesperienza. Abbiamo azzerato la rosa confermando e veterane e inserendo tantissime ragazzine che avevano disputato soltanto campionati giovanili: questo per cercare di valorizzarle. Fatto sta che non abbiamo disputato un cattivo campionato avendo tenuto testa ad ogni avversaria anche alle più forti. Ci tengo a ringraziare l’attuale staff oltre che il primo tecnico stagionale Francesco Preziosa. Un plauso va a tutti coloro che hanno seguito la squadra ovunque, anche nelle trasferte più lunghe. Diciamo che questa stagione è servita come esperienza per le nostre giovani atlete”.

QUESTIONE STADIO. “Dispiace non aver potuto consentire alla gente si seguire le partite nel proprio stadio. Negli anni scorsi abbiamo avuto sempre una notevole affluenza. Purtroppo il discorso riguardante lo stadio non è dipeso da nessuno. Da ottobre è stato dichiarato inagibile e abbiamo dovuto cambiare campo più volte. Questo, però, non è un alibi. Speriamo di tornare a giocare a Trani magari su un terreno di gioco sintetico”.

PROGETTO APULIA. “Vorrei dire “ripartiamo alla grande”. Dobbiamo essere ottimisti ma in questo momento ci sono anche da fare delle valutazioni. L’unica certezza è che facciamo parte dell’organico di squadre che militerà nel campionato d’Eccellenza Regionale che dovremmo provare a vincere. Ripescaggio in C? Vedremo se ci saranno i presupposti. A quel punto vorremmo puntare ad una salvezza più tranquilla”.

AUDACE CERIGNOLA. “Ci chiamiamo Apulia Trani ed è chiaro che vogliamo fare sport dove abbiamo iniziato a farlo. Oggi, però, non si può escludere nessuno scenario. Trasferire la squadra altrove? Bisognerà vedere in primis cosa accadrà con lo stadio. Con l’Audace Cerignola la collaborazione è iniziata quest’anno: cercheremo di portarla avanti con un progetto più ampio. So che li costruiranno un nuovo stadio. Staremo a vedere…”.

UFFICIO STAMPA APULIA TRANI – ALESSIO PETRALLA

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.