«Benvenuti a Trani, città del “Patto”»: peccato che ne siamo fuori da cinque anni

È stato più facile uscire dal Patto, coinvolgendo il consiglio comunale e resistendo nell’occhio del ciclone delle polemiche, che rimuovere un cartello che continua a restare saldamente al suo posto in via Malcangi, nei pressi dell’intersezione con via Giordano.

Proprio lì, Infatti, viene dato il benvenuto a Trani da parte di una città aderente al Patto territoriale nord barese ofantino. Ma quel cartello blu pluristellato ha un solo problema: non è più aggiornato perché Trani, dal Patto territoriale, è uscita nel 2016.

Sono passati ben cinque anni dalla delibera del consiglio comunale, ma nessuno si è mai posto il problema di rimuovere un segnale non più aggiornato, fuorviante rispetto alla realtà e che quindi non ci fa fare una bella figura.

Per la cronaca, Trani decise di lasciare il consorzio, di cui faceva parte dalla fine degli anni ’90, dopo che alla spicciolata alcuni altri comuni avevano fatto la stessa scelta, ed oltre tutto fortemente indispettita per il fatto che l’organismo avesse trasferito da Trani altrove la sua branca turistica, Puglia imperiale.

Sicuramente la città è piena di molti altri cartelli obsoleti, e per questo motivo invitiamo i nostri lettori a segnalarceli per una auspicata bonifica di ferro inutile: cadono tanti alberi, sarebbe il caso di fare un po’ di pulizia di cartellonistica completamente fuori luogo.