Baia dei pescatori, chiesto un finanziamento regionale per facilitare l’accesso al mare dei disabili

Mancano poco meno di due settimane alla scadenza della manifestazione di interesse finalizzata al miglioramento della fruibilità pubblica delle spiagge libere, procedimento ad evidenza pubblica mediante cui l’Amministrazione si pone come obiettivo il potenziamento dei sistemi di accessibilità e fruizione delle spiagge libere attraverso il supporto di cittadini, associazioni ed operatori economici.

Nella giornata di ieri, intanto, a cura del IX Reggimento fanteria Bari, sono state ripristinate alcune pedane che consentono l’accesso alla spiaggia della Baia del Pescatore.

A fronte di questi interventi a cura dei privati, anche l’Amministrazione intende fare la sua parte. Nei giorni scorsi la Giunta comunale, su proposta del vice sindaco e assessore politiche attive per la diversabilità, Fabrizio Ferrante, ha approvato il progetto esecutivo, redatto dall’Area Lavori Pubblici, per l’adeguamento degli spazi ubicati in prossimità della spiaggia pubblica della Baia dei Pescatori e per la realizzazione di strutture amovibili idonee per la sosta e l’accesso al mare dei soggetti diversamente abili. L’intervento, il cui costo complessivo ammonta a oltre 15mila euro, prevede il ripristino dell’attuale pedana in legno di sosta e discesa sulla spiaggia, nonché la creazione di strutture amovibili (cabine e annesso bagno per disabili) nonché nuovi camminamenti per consentire un agevole transito fino alla battigia.

Questi interventi saranno oggetto di una richiesta di ammissione ai contributi regionali previsti dalla legge regionale 48/2018 (norme a sostegno dell’accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili).