Assistenza domiciliare educativa, è definitiva l’aggiudicazione a Shalom-Vivere insieme

Sarà l’Associazione temporanea di imprese formata dalle cooperative Shalom e Vivere insieme, rispettivamente di Molfetta e Barletta, ad occuparsi del servizio annuale di assistenza domiciliare educativa bandito dall’Ambito di zona Trani-Bisceglie.

Lo ha determinato il dirigente dell’Ufficio di piano, Alessandro Attolico, aggiudicando il servizio per un importo contrattuale di poco meno di 424.000 euro a seguito del ribasso dell’8,5 per cento sull’importo a base d’asta di 463.000 euro. Alla gara avevano partecipato dieci operatori.

Il servizio si rivolge ai minori e rispettive famiglie di Trani e Bisceglie, con l’obiettivo principale di tutelare i piccoli, per quanto possibile, all’interno dei propri nuclei familiari attraverso l’orientamento, il sostegno e, se necessario, il ripristino delle competenze educative della famiglia per consentire ai minori stessi un rientro in famiglia qualora istituzionalizzato.

L’intervento ha come finalità un processo di cambiamento reale del nucleo familiare, al fine di favorire uno sviluppo armonico e completo della personalità del minore e prevenire rischi di emarginazione.

Il servizio partirà dalla data di sottoscrizione del verbale di avvio dell’esecuzione del contratto.