Articolo97: «Fiera della scarpa, nessuna figura istituzionale da Trani»

In questi giorni si è tenuta a Milano la Micam, la più importante fiera e punto di incontro mondiale per gli operatori del settore calzaturiero. Questo evento internazionale ospita più di 1200 espositori per ogni edizione, di cui 570 internazionali, provenienti da 30 diverse nazioni.
La presenza della nostra città e del «Made in Trani» del settore calzaturiero sono da sempre state protagoniste indiscusse in questa manifestazione. I nostri temerari imprenditori, nonostante tutte le difficoltà che hanno accompagnato l’economia globale nel recente passato, oltre agli inevitabili attuali strascichi, ancora una volta hanno deciso di scommettere gran parte della propria visibilità alla MICAM, mostrando con orgoglio la maestria che solo un evoluto artigianato manifatturiero sa dare ai propri prodotti.

pubblicità

Con grande rammarico, però, si è notata l’assenza di una delegazione di figure istituzionali tranesi che, anche con una semplice presenza, avrebbero potuto dare sostegno ai nostri operatori in rappresentanza di tutta la città: Trani ha contribuito a rendere il Made in Italy famoso in tutto il mondo. È mancata quindi la stessa «cura» che i maestri calzaturieri tranesi sanno ancora riporre, con amore, nelle proprie creazioni Made in Trani.

Ricordiamo che, come il marmo ed il Moscato, anche la «scarpa di Trani» è riconosciuta a livello internazionale; consideriamo anche quanto il settore calzaturiero, insieme al relativo indotto, abbia da sempre portato occupazione alla nostra città.

Servirebbero costanti iniziative di promozione organizzate per tempo (come successo alla fiera internazionale del Turismo BIT o al salone di vino e distillati Vinitaly) dove la presenza di una figura istituzionale della nostra Città sarebbe, oltre che motivo di orgoglio, anche necessario per la ripresa di settori che hanno sofferto molto nel nostro territorio.

Di certo non servono sterili passerelle, non basta qualche foto durante queste fiere: servono programmazione e visione d’insieme, elementi fondamentali per permettere all’assioma “… di Trani” di rendere riconoscibili i nostri brand tranesi a livello mondiale.

Giuseppe Curci, presidente Movimento Civico Articolo97 – Trani

pubblicità

1 commento

  1. esimio Curci ma di grazia avevano notizia dell’evento? o pensavano a cose più pratiche? come si dice? …brillava l’assenza delle istituzioni ……

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.