Apulia Trani, dopo la rimonta servono altri 3 punti: domani in campo contro la Res Roma

Una rimonta splendida sul Chieti quella compiuta dall’Apulia Trani. Domenica pomeriggio le pugliesi andranno a far visita alla Res Roma, una delle squadre più attrezzate del raggruppamento, in una partita che potrebbe rappresentare una sorta di chiave di volta verso la serie B. A presentare l’appuntamento è il Direttore Sportivo/Vice Presidente Carlo Uva: “Siamo tutti felicissimi sia per la vittoria di domenica scorsa che per aver raggiunto il primato visto il pareggio del Chieti con il Trastevere. Ora siamo padroni del nostro destino e dovremo mantenere alta la concentrazione perché il campionato è, ancora, lungo. Domenica in terra laziale sarà una sorta di partita decisiva su un campo in cui non sarà facile fare bottino pieno”.

pubblicità

Parliamo della Res Roma: “È sicuramente, una squadra forte che gioca un bel calcio. In casa faranno di tutto per fare risultato. Mi
aspetto una battaglia. Le ragazze stanno tutte bene e mentalmente sono concentratissime. Il primo posto era uno degli obiettivi
che ci eravamo prefissati dall’inizio della stagione: ora siamo li ma sappiamo che dobbiamo mantenere la concentrazione per poterci restare fino alla fine. Il campionato è ancora lungo”.

Un primo posto ottenuto grazie ad una splendida rimonta: “Lo speravamo e lo volevamo dall’estate scorsa. Abbiamo recuperato ben quattordici punti alle teatine visto che cinque di questi li avevamo persi pareggiando con il Trastevere e perdendo proprio con le
abruzzesi. Oltre a questi risultati il Covid, a cavallo tra dicembre a gennaio, ha complicato tutto colpendo parte del nostro spogliatoio. Tutta la società ha sempre avuto fiducia in questo gruppo e ha sempre lavorato per questo”.

Preziosi gli acquisti effettuati nel mercato invernale: “I nuovi acquisti sono stati preziosissimi: gli arrivi, a dicembre, di Claudia Chiper, quello del nostro portiere Noelia Prieto, di Ana Maria Stanciu in difesa e di Leila Maknoun in avanti (a gennaio) hanno praticamente rinforzato ogni reparto rendendo altamente competitiva la squadra”.

Probabile la presenza dei tifosi a Roma: “Non so se alla fine i nostri grandi sostenitori riusciranno ad essere presenti nella capitale. Sentivo che stavano provando ad allestire un bus. Se non saranno sugli spalti siamo consapevoli che ci tiferanno da casa”.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.