Apulia Trani, colpo sulla fascia: arriva la belga Aster Janssen

pubblicità

L’Apulia Trani è lieta di annunciare l’acquisizione del diritto alle prestazioni sportive della calciatrice belga Aster Janssen. Aster, classe 1999 di Holsbeek, è nata nella città di Lovanio, situata nella regione delle Fiandre, ossia la componente fiamminga del Belgio. Esterno di centrocampo e attacco, Aster occupa – essenzialmente – l’out di destra, ma può anche agire sul lato opposto del campo.

La velocità e la rapidità di esecuzione sono solo alcune delle sue armi migliori, così come il lottare per la palla, far prevalere la forza fisica e giocare un calcio duro. Aster si distingue per il saltare l’avversaria e il portarsi sulla linea di fondo, trovando costantemente una soluzione per servire la compagna al centro dell’area di rigore.

Cresciuta nel settore giovanile del Rapide Wezemaal & VK Holsbeek, dove vi è rimasta ufficialmente dal 2011 al 2016, ha disputato con la Prima Squadra la Tweede klasse nella stagione seguente. Nonostante una parentesi nel calcio a 5, dove ha avuto modo di mettersi in mostra con l’FP Aarschot Ladies, è nel calcio a 11 che ha trovato le sue migliori soddisfazioni e potuto sfruttare a pieno le sue qualità.

Nel 2017, infatti, ha firmato per il KSK Heist Ladies, disputando la Super League Vrouwenvoetbal, e le sue prestazioni non sono passate inosservate ai più, tanto da ricevere le attenzioni del Fortuna ’54 Dames – club olandese – con il quale si è misurata nella prima parte della stagione 2018/2019 di Hoofdklasse vrouwen. Una prima parte, in quanto – nel mese dicembre – ha ricevuto la chiamata dal Royal Standard de Liège Fémina, dove ha potuto – nuovamente – prendere parte al massimo campionato di calcio femminile belga, con una delle migliori società del Paese, per tradizione e forza del gruppo.

Con il club della città francofona, ha concluso la stagione regolare al terzo posto con 35 punti e, di conseguenza, preso parte alla seconda fase valevole per la conquista del titolo, guadagnando una posizione in più e chiudendo con 27 punti, dieci in meno dell’RSCA Women e tre in più del KRC Genk Ladies. La scorsa stagione, Aster è rimasta ancora in Super League Vrouwenvoetbal, ma si è trasferita proprio nella compagine della Provincia del Limburgo. La squadra era in piena lotta per l’accesso alla fase finale del torneo, con 23 punti in sedici incontri, e abbastanza certa di raggiungere l’obiettivo, con un distacco di dieci punti dal Club Brugge Féminin ma, l’emergenza legata al COVID-19, ha impedito la naturale conclusione del campionato, dichiarato sospeso dalla Koninklijke Belgische Voetbalbond.

Ora – per Aster – arriva la grande occasione di misurarsi in un’altra avventura, la seconda lontana dal suo Paese, e in una società che crede fortemente che le sue doti ben si amalgamano all’interno del gruppo, decidendo di puntare sulle sue qualità e nel suo talento, per cercare di raggiungere gli obiettivi prefissati.