Ampolle, cavi e telefono: nella valigetta della stazione di Trani «non un ordigno, ma qualcosa di simile»

C’erano dodici ampolle, dei cavi aggrovigliati ed un telefono nella valigetta rilasciata stamani in stazione a Trani. Lo hanno accertato gli artificieri e lo ha dichiarato ufficialmente il comandante dei Vigili del fuoco, Romeo Gallo, a capo della cabina di regia delle verifiche svolte. «Non era un ordigno, ma qualcosa di molto simile ad esso», ha precisato Gallo, confermando quindi che «non si è trattato certamente di una bravata, ma di qualcosa di più impegnativo».

pubblicità

Pacco messo in sicurezza all’interno della stazione e incellofanato, quindi inviato ad una struttura specializzata, a Foggia, per essere accuratamente esaminato. Il box esterno è servito solo per coloro che si sono avvicinati al pacco ai fini della decontaminazione.

pubblicità

3 Commenti

  1. Le telecamere queste sconosciute alla faccia della sicurezza! Il Sindaco dei Bidoni che aspetta? I primi morti per strage a Trani? Magari per fare qualche cerimonia e tagliare qualche nastro!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.