Addio a Mimì Miranda: amministrò Trani fra gavetta, passione e amore per la città. Aveva 85 anni

È venuto a mancare nella notte il cavaliere Domenico Miranda, Mimì per tutti, già vice sindaco e consigliere provinciale: aveva 85 anni.

pubblicità

Con lui si spegne una delle figure più importanti della politica tranese, che ha attraversato entrambe le fasi della prima e seconda repubblica con oltre trent’anni di militanza politica e attività amministrativa, divenendo il punto di riferimento a Trani del Partito socialista italiano, che rappresentò con successo a Trani e nell’allora provincia di Bari, riuscendo ad essere eletto con quella lista in diverse consultazioni.

Diventò consigliere comunale per la prima volta nel 1973, ma in quel caso si era candidato tre anni prima, all’inizio della sua carriera politica, nelle file del Partito socialdemocratico italiano. Passato nel Psi, Fu vicesindaco nel 1989 nella giunta Baldassarre e nel 2003 fu assessore della giunta Tarantini, che il Nuovo partito socialista scelse di sostenere in alternativa al centro-sinistra: con la delega ai lavori pubblici fu uno dei delegati del sindaco più attivi in quella squadra di governo.

Coerenza della militanza, passione e amore per la città hanno sempre caratterizzato l’attività politico amministrativa del cavalier Miranda. Mimì, che sotto un aspetto apparentemente spigoloso, invece è sempre stato un uomo amabile e sincero, che quando a sua volta inquadrava buona fede, competenza ed altrettanta passione ne suo interlocutore, ne diventava il migliore amico.

E soprattutto, con Mimì Miranda viene a mancare uno degli ultimi politici della storia di Trani capaci di arrivare ai vertici dopo avere fatto tanta gavetta. Oggi una delega, un posizionamento nei sottogoverni, persino un bel pugno di voti per entrare in consiglio comunale, non si negano ad alcuno ma in molti casi siamo in presenza di nomi che nessuno ha quasi mai udito prima. Al contrario, un incarico ricoperto da Mimì Miranda si sapeva già a priori che sarebbe stato in buone mani.

Il rito funebre sarà celebrato questo martedì, 9 luglio, alle 16:30, nella chiesa della Madonna delle Grazie. La salma sosterà presso la casa funeraria Delfini, in via Barletta 80, fino alle 11 sempre di martedì 9 luglio. Di seguito il ricordo del fiflio Savino.

***

La tua vulcanica determinazione e le tue battaglie politiche non sono state solo notizie di cronaca, ma lezioni di vita che mi hanno insegnato a non arrendermi mai. “La vita è una sfida, affrontala a testa alta”, queste parole sono diventate il mio mantra.
*Grazie, Babbo, per avermi insegnato a *crederci sempre e a rivendicare ciò che è giusto, senza mai temere le conseguenze. La tua severità era il segno del tuo amore e un enorme stimolo che mi ha , guidato attraverso le sfide.
Spero che la città di Trani possa riconoscere il tuo valore e ringraziarti per il tuo impegno instancabile. Come hai sempre detto, “Lasciamo il mondo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato”. E tu, Babbo, hai lasciato una traccia indelebile.
Con tutto il cuore, grazie per ogni insegnamento, per ogni sorriso, per ogni sacrificio. La tua eredità vive in me e in ogni angolo di Trani che hai toccato con la tua passione.

pubblicità

3 Commenti

  1. Grande Mimmi.Posso testimoniare quello che hai fatto x la nostra cooperativa.Ma come un profeta in patria, non sempre si ha il riconoscimento per quello che si fa’.Eri irruento ma sempre pronto a metterti a disposizione, dietro quella forza la passione, gradivi solo un saluto….Riposa in pace e condoglianze ai figli e parenti

  2. Grazie Mimi, per quello che hai fatto per la nostra cooperativa. Io posso testimoniare questo. ricordo con quanto piacere, nonostante gli acciacchi, ti fermavi a parlare. Gradivi un saluto ma non tutti, hanno riconosciuto quello che hai fatto senza nessun interesse.Nemo profheta in patria. Buon riposo.Condoglianze ai figli e familiari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.