A Trani truffe porta a porta per soffiare clienti ad Amet, Paolillo: «Non aprite a questi impostori»

Da qualche settimana due soggetti non meglio identificati, che spesso indossano una pettorina con una scritta “Enel”, hanno avviato una serrata attività porta a porta nella città.

Agli utenti che aprono loro, offrendo così il fianco ad una chiara azione fraudolenta, riferiscono di un presunto malfunzionamento dei contatori dell’energia elettrica, che non sarebbero più in grado di eseguire una fantomatica «lettura a fasce», e che Amet sia fallita, motivo per cui si rende necessario passare ad altro operatore.

Si invitano tutti i cittadini a non fare entrare in casa queste persone, a non farle accedere ai contatori e a non mostrare loro per alcun motivo le fatture di Amet, da cui questi soggetti ricaverebbero il codice di migrazione verso altri operatori ad insaputa dell’utente.

Per qualsiasi richiesta di chiarimento e/o verifica della funzionalità dei contatori, gli utenti possono contattare Amet recandosi personalmente in azienda o chiamando il numero verde 800 250 009.

Giuseppe Paolillo – Amministratore delegato Amet Spa